Home » Archivio

Articoli della categoria "CONI"

CONI »

 a cura di C.S. |  

ROVIGO – Lo sport polesano vuole ripartire e tornare a essere un cardine per tutta la società. Anche Rovigo ha fatto sentire la sua voce nell’ambito dell’evento “The Sport must go on” promosso dal Coni Veneto e andato in scena in contemporanea in tutti i capoluoghi di provincia della regione.
Alle 11 il Coni Point di Rovigo ha chiamato a raccolta in piazza Vittorio Emanuele II l’intero movimento sportivo del territorio: dal Cip ai rappresentanti di federazioni sportive, dagli enti di promozione sportiva alle tante asd locali, dagli assessori allo sport dei Comuni polesani all’intera squadra di fiduciari del Coni provinciale. Un intero settore che, dopo un anno di restrizioni e stop alle attività, ora sta cercando di risalire la china e chiede a gran voce sostegno per tornare a essere un imprescindibile motore per l’intera comunità.
Ad accogliere le decine e decine di sportivi sul “liston” rodigino il delegato provinciale Lucio …


Continua a leggere »

CONI »

 a cura di C.S. |  

ROVIGO – “Sarà la prima di una serie di iniziative che speriamo possano portare atti e azioni concrete per lo sport in generale e per quello polesano in particolare”. Così commenta il Delegato Provinciale del Coni Rovigo Lucio Taschin nell’annunciare il presidio organizzato per sabato 8 maggio alle 11 in Piazza Vittorio Emanuele a Rovigo dal Titolo “The Sport must go on – Lo Sport deve continuare”. Tutto il Coni Veneto, su input del presidente regionale Dino Ponchio, si mobiliterà nei 7 comuni capoluogo per sostenere un settore che chiede attenzione e aiuto concreto per poter uscire dalla crisi che l’ha investito a causa dell’emergenza Covid.
“Si tratta di una manifestazione assolutamente pacifica e propositiva – afferma Taschin – nel rispetto delle norme Covid vigenti, durante il quale verranno evidenziate le molteplici difficoltà in cui versa tutto il comparto dilettantistico. Sono difficoltà non solo economiche come spese per affitti, luce, acqua, …


Continua a leggere »

CONI »

 a cura di C.S. |  

ROVIGO – Il timone del Coni Point di Rovigo resta nelle solide mani di Lucio Taschin. Il delegato provinciale è stato riconfermato alla guida dello sport polesano per un nuovo mandato olimpico. Una nomina arrivata direttamente dal neopresidente del Coni Veneto, Dino Ponchio, che non appena insediatosi al vertice regionale ha composto la squadra di delegati che guiderà i Coni Point provinciali fino al 2024.
Taschin ha iniziato il suo percorso a cinque cerchi nell’ottobre 2015 subentrando al precedente delegato Marco Bonvento. Col suo arrivo il Coni Point di Rovigo ha progressivamente accelerato su alcuni ambiti strategici per l’intero movimento sportivo polesano. Ottimi fin da subito i rapporti con il mondo scolastico e con l’Ufficio Scolastico Provinciale, con la Regione Veneto così come quelli con la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, da tempo al fianco del Coni Point per sostenerne alcune iniziative cardine.
Tanti progetti, eventi e iniziative messi in …


Continua a leggere »

CONI »

 a cura di C.S. |  

PADOVA – Dino Ponchio, padovano, è il nuovo presidente Regionale del Coni Veneto. Succede a Gianfranco Bardelle protagonista dello Sport Veneto e di tante iniziative a favore delle comunità sportive degli ultimi anni.
Dopo i saluti dell’assessore allo sport del Comune di Padova Diego Bonavina è toccato all’assessore regionale Cristiano Corazzari portare il suo saluto all’assemblea.
“Ringrazio con affetto il presidente uscente Gianfranco Bardelle – ha commentato Corazzari -. Ricordo in modo particolare il lavoro svolto sul territorio, le attività per i giovani e il successo ottenuto dal progetto “Carta etica dello sport”: valore aggiunto che lo sport apporta alla crescita sociale, etica ed educativa al giovanile. “
Commosso il discorso di commiato di Gianfranco Bardelle, che dopo aver rivissuto in ordine cronologico tutti i successi e le battaglie vinte per e con il mondo dello sport cita tra le più significative “ Lo sport in rosa” e l’introduzione dello Sport nelle scuole …


Continua a leggere »

CONI »

 a cura di C.S. |  

ROVIGO – Era iniziato nel migliore dei modi, tra tante idee e progetti ambiziosi per far crescere lo sport polesano. Invece anche per il Coni Point di Rovigo il 2020 si è tradotto in un percorso a ostacoli, che però non ha fatto venire meno il consueto sostegno a tutte le realtà sportive della provincia. L’emergenza sanitaria ha purtroppo impedito la riproposizione di alcuni eventi cardine del programma a cinque cerchi. A iniziare dalla “Festa Young” di primavera, dall’attesa “Giornata nazionale dello sport” con la quale si festeggiava nel centro storico del capoluogo di provincia la fine dell’anno scolastico, senza dimenticare l’innovativo format di “Sport Village” e la tradizionale Cerimonia delle benemerenze. Un duro colpo per un’istituzione sportiva che negli anni ha fatto dell’operatività e del contatto diretto con il mondo dello sport i suoi cavalli di battaglia. Nonostante tutto, il Coni Point di Rovigo non è rimasto a guardare …


Continua a leggere »

CONI »

 a cura di C.S. |  

ROVIGO – “Potrei essere l’ultimo Delegato del Coni di Rovigo della storia. Sembra una barzelletta ma quello a cui stiamo assistendo in merito alla riforma dello sport italiano porta a queste conclusioni.” Così commenta Lucio Taschin, il rappresentante dello sport polesano per il Coni, alla luce dell’imminente riforma del sistema sportivo italiano il cui varo è rimandato a settembre.
“Non ne faccio una questione politica – continua il delegato del Coni Rovigo – ma pratica, molto pratica. La riforma che il Ministro Spadafora sta portando avanti tratta diversi aspetti, tra i quali alcuni anche condivisibili. Si va dalla riforma che riguarda i collaboratori sportivi, si parla del numero dei mandati di presidenti di federazione, si era anche ipotizzato l’inserimento di insegnanti di educazione fisica nelle scuole primarie ma su questo aspetto, fondamentale, non ho più visto riferimenti in merito. Insomma, tante cose, ma credo che se si fosse messo al centro …


Continua a leggere »

CONI »

 a cura di C.S. |  

PADOVA – “In vista dell’autunno, quando mi auguro riprenderà tutta l’attività sportiva – ha detto il presidente regionale, Gianfranco Bardelle – il Coni, per quello che può, da una mano per ripartire. Avevamo una dotazione di cassa di 400 mila euro, di questi, 200 mila sono stati destinati a 175 società sportive del Veneto che fanno attività giovanile e di base. Inoltre, 45 mila euro vanno alle 16 strutture che hanno allestito degli Educamp; si tratta di campi estivi dedicati allo sport di alto livello”.
“Queste società, che si basano esclusivamente sul volontariato, che probabilmente perderanno quei piccoli sponsor locali che le sostenevano, dovranno affrontare spese del tutto impreviste, come la sanificazione, l’acquisto di mascherine, dovranno rispettare la distanza di sicurezza, cosa che costringerà in alcuni casi a modifiche delle attrezzature. Per tali motivi il Coni ha deciso questo stanziamento, con importi che variano, a conforme di determinati parametri, tra i …


Continua a leggere »

CONI »

 a cura di C.S. |  

Dal Coni nazionale arriva la conferma che quanto richiesto dai Coni regionali per lo sblocco di risorse a favore delle Associazioni Sportive Dilettantistiche diventerà realtà.
Di fatto il 50% delle somme accantonate in termine tecnico a “patrimonio” dai Coni Regionali e ulteriori risorse derivanti dallo storno di progetti nazionali quali Educamp, Centri Avviamento allo Sport e altre iniziative istituzionali del Coni verranno messe a disposizione delle società sportive attraverso l’erogazione di servizi e finanziamenti che saranno oggetto di discussione nei prossimi giorni.
Questa decisione ha visto in prima fila anche il presidente del Coni Regionale del Veneto Gianfranco Bardelle impegnato in prima persona a riversare sul territorio quanto oggi sia possibile per supportare in modo concreto le ASD.
“Ho subito sposato questo tipo di iniziativa – afferma Bardelle – e dato indicazioni, insieme ai colleghi a livello nazionale, per pensare alla sopravvivenza delle nostre società. Sul piano istituzionale stiamo facendo pressione, insieme con …


Continua a leggere »

CONI »

 a cura di C.S. |  

ROVIGO – Dopo il riuscito incontro online della scorsa settimana con gli amministratori pubblici dei Comuni del Delta, mercoledì sera il Coni Point di Rovigo ha chiamato a raccolta sindaci e assessori allo sport dell’alto Polesine per un analogo momento di confronto sulle tante problematiche che avvolgono lo sport nelle difficoltà generate dall’emergenza covid-19. L’attenzione resta massima sul futuro delle società sportive locali e sulle modalità con cui i Comuni sono chiamati a sostenerle. A promuovere l’appuntamento il fiduciario di zona Paola Gazzi, che ha reso possibile l’incontro in videoconferenza tra tanti rappresentanti delle amministrazioni locali e il delegato provinciale Coni, Lucio Taschin.
Hanno partecipato Massimo Biancardi sindaco di Castelnovo Bariano, Paolo Gilioli consigliere incaricato allo sport di Castelmassa, Luigi Petrella sindaco di Castelmassa, Angela Gazzi sindaco di Ceneselli, Cristiano Ceregatti assessore allo sport di Salara, Davide Ceregatti assessore allo sport di Gaiba, Nicola Zanca sindaco di Gaiba e Leonardo Mirandola …


Continua a leggere »

CONI »

 a cura di C.S. |  

Il Coni Veneto e il Cip Veneto hanno chiesto ufficialmente un incontro con il Presidente della Regione, Luca Zaia, per spiegare la situazione dello sport e soprattutto per rappresentare i gravi problemi che le 6000 Associazioni Sportive Dilettantistiche regionali avranno alla ripresa.
Il Presidente del Coni Veneto Gianfranco Bardelle, insieme con il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Ruggero Vilnai, ha mandato una proposta articolata al Governatore Zaia per iniziare a stendere un piano per lo sport a cominciare dalla cosiddetta fase 2 che salvaguardi le aspettative non solo delle società ma anche di tutto il personale (dirigenti, tecnici, atleti) che opera nel mondo dello sport.
“A livello numerico nello sport – spiega Gianfranco Bardelle – siamo la seconda regione in Italia. L’1% del Pil è rappresentato dallo sport turistico. In più teniamo conto che siamo coinvolti a pieno titolo in settori trasversali quali la sanità, i lavori pubblici, l’istruzione, la socialità, il …


Continua a leggere »