Home » Baseball per ciechi

Rovigo si conferma in crescita al Torneo Leonessa

14 Maggio 2022 Stampa articolo

BERGAMO – Al “Torneo Leonessa 2022” arriva la prima vittoria stagionale per la formazione di baseball per ciechi del Baseball Softball Club Rovigo, targato Itas Mutua. Il triangolare, organizzato dalla Leonessa Brescia, ma ospitato sul diamante di Bergamo, ha visto partecipare, oltre ai polesani e agli ex campioni d’Italia, anche la formazione inglese UK Blind Baseball. Si è trattato del primo torneo internazionale di baseball per ciechi organizzato da una singola società italiana. Una splendida giornata di sport che neanche l’acquazzone sceso nel pomeriggio è riuscito a rovinare.

La prima partita ha visto affrontarsi la Leonessa Brescia e l’UK Blind Baseball, con netta vittoria del team lombardo per 5-0. Il secondo incontro ha visto scendere in campo la squadra rodigina, che ha incrociato le mazze contro i bresciani: rinforzati da Omar Asli e Hamid Oubarrahou, i polesani hanno mostrato una buona organizzazione e tenuto bene il campo, con Marzana autore di 2 valide. Alla fine il successo è però andato alla più esperta Leonessa per 3-0.

Nell’ultimo incontro di giornata il Rovigo ha affrontato gli inglesi dell’UK Blind Baseball. Ancora buona la prova dei rodigini: avanti per 1-0, Marzana e compagni hanno potuto esultare già alla terza ripresa quando la pioggia ha decretato anzitempo la fine della disputa. 

Al di là del risultato sportivo, per la formazione rodigina si è trattato di un importante momento di crescita in una stagione che punta soprattutto a consolidare il movimento del baseball per ciechi in Polesine e non solo. Dopo la positiva esperienza dello scorso anno nel campionato nazionale in collaborazione con gli amici dello Staranzano, la società rodigina si sta affermando come polo territoriale, per radunare a sé atleti non vedenti provenienti anche da altre province e porre così le basi per una nuova futura iscrizione al campionato in piena autonomia.

A dimostrazione della bontà del progetto rossoblù si registrano già gli inserimenti di atleti provenienti da Verona e Vicenza. Insomma, dai primi passi mossi nel 2019 grazie al progetto “Clutch BXC. Il suono del baseball” sostenuto grazie al bando proposto dalla Fondazione Vodafone, “OSO – Ogni sport oltre”, di strada ne è già stata fatta tanta e, grazie anche al sempre puntuale sostegno di Itas Mutua, il baseball per ciechi a Rovigo è diventato una splendida realtà. 

C.S.



Articoli correlati