Home » SECONDO PIANO, superbike

Jonathan Rea vince gara1

10 Aprile 2022 Stampa articolo

SuperbikeARAGON – Jonathan Rea si aggiudica una gara fantastica, vissuta prima sulla lotta a tre tra lo stesso Jonny, Alvaro Bautista e Toprak Razgatlioglu e nel finale resa entusiasmante da un vero e proprio braccio di ferro tra il pilota della Kawasaki e lo spagnolo della Ducati.

La rossa di Borgo Panigale è più veloce sul dritto, ma poi nel tratto guidato è l’incredibile abilità del nordirlandese a fare la differenza. Rea vince meritatamente la prima gara della stagione 2022, che ci conferma che quest’anno non sarà un duello tra Jonny e Toprak, ma una stellare contesa a tre, perché Bautista è tornato non solo in Ducati, ma anche nelle prime posizioni ed ha tutte le carte in regola per combattere per il titolo.

Rea perfetto e un Bautista che è stato alla sua altezza e ha provato a vincere sino all’ultima curva, e Razgatlioglu? Il campione del mondo 2022 lo aveva detto dopo le prove libere di ieri: la mia Yamaha dopo dieci giri va in crisi con l’avantreno. E purtroppo per lui così è stato e il turco ha pensato bene di non rischiare una caduta e di portarsi a casa un terzo posto che oggi era certamente il miglior risultato che potesse ottenere.

Dietro si piazza un concreto Michael Ruben Rinaldi, bravo a tenere il passo dei primi sin quasi a metà gara, e a portare a casa un buon quarto posto. Dopo che in prova aveva mostrato alcune difficoltà, nella gara odierna Andrea Locatelli è tornato l’outsider che tutti conosciamo ed il suo quinto posto fa ben sperare per il proseguo del campionato.

I due giovani spagnoli della Honda Iker Lecuona e Xavi Vierge confermano tutti i progressi della Fireblade versione 2022 e chiudono al sesto e settimo posto, davanti ad un incredibile Ilia Mykhalchyk. Il due volte campione IDM era arrivato in punta di piedi per sostituire Van der Mark, ma sia in Superpole che in gara ha dimostrato di conoscere bene la M 1000 RR e di sfruttarla al meglio.

Ottimo debutto in Superbike per il talentuoso Luca Bernardi, che ha lavorato molto nei test invernali e nelle prove ed oggi si porta a casa i primi punti mondiali. Vanno a punti anche Philipp Oettl Lucas Mahias e un irriconoscibile Scott Redding che raccoglie solo un punto e dimostra di non aver ancora capito come guidare la sua BMW. Axel Bassani è sedicesimo davanti a Roberto Tamburini, che ha condotto sino ad ora al meglio il suo debutto in Superbike. Ritirati Alex Lowes per caduta e Gabriele Ruiu per problemi tecnici.

Classifica piloti che vede Jonathan Rea in testa con 25 punti seguito da Alvaro Bautista (20 punti), Toprak Razgatlioglu (16 punti), gli italiani Micheal Rinaldi (13) e Andrea Locatelli (11), a seguire gli altri piloti.

Daniele Marangoni



Articoli correlati