Home » Serie A2, VOLLEY

Delta Group: contro Brescia è come una finale

11 Marzo 2022 Stampa articolo

PORTO VIRO (Rovigo) – Come una finale. Gara al cardiopalmo per la Delta Group Porto Viro, che domenica 13 marzo nel posticipo delle ore 19 (diretta streaming gratuita sul canale YouTube Volleyball World) sfiderà la Gruppo Consoli McDonald’s Brescia nella decima giornata di ritorno di Serie A2 Credem Banca.

Può essere, o meglio, dovrebbe essere una sfida decisiva per la salvezza. Con la vittoria di Siena nel recupero infrasettimanale, la Delta Group è scivolata al terzultimo posto della classifica con sole due lunghezze di vantaggio su Ortona, penultima. Un margine che al momento non basterebbe per evitare il playout (servono almeno tre punti di distanza) e che, in ogni caso Porto, Viro non può permettersi di amministrare visto il difficile calendario delle ultime tre giornate di regular season.

“Sto cercando di esporre alcuni concetti ai ragazzi in queste settimane, di trasmettere tranquillità, ma non possiamo negare che la nostra situazione è difficile e il risultato di domenica molto importante, è una partita che ha un certo peso  – afferma in conferenza stampa il tecnico della Delta Group Nicola Baldon –. In questo finale di stagione dovremo sfruttare tutte le occasioni che avremo di racimolare punti, chiaramente partendo dalla gara con Brescia perché vincendo questa partita potremmo ragionare con più serenità sul futuro. Se pensiamo ancora ai playoff? La palla è tonda, come si dice, ma adesso dobbiamo ragionare step by step, l’obiettivo primario è la salvezza””.

Nello spogliatoio nerofucsia c’è la consapevolezza di non poter più sbagliare, come conferma capitan Marco Fabroni: “Non è una settimana come tutte le altre, e purtroppo nessuna delle ultime lo è stata perché siamo alla ricerca di punti salvezza da due mesi a questa parte. La squadra è sotto pressione e penso sia giusto così, tutti noi ci aspettavamo un girone di ritorno migliore visto come si era conclusa la prima metà del campionato. Ma abbiamo ancora quattro chance per dimostrare quanto valiamo ed esprimere quantomeno un buon gioco, per i risultati sappiamo che dipende anche dall’avversario”.

Focus su quanto accadrà in campo domenica: “Si affrontano due squadre con una certa esperienza, anche se ci sono tanti altri aspetti in gioco – interviene coach Baldon –. Come spesso succede, quello che può fare la differenza è il primo tocco, dobbiamo gestire al meglio la battuta e sopportare la loro pressione al servizio, partendo sempre dal presupposto che molto dipende da noi. Stiamo lavorando per ritrovare un po’ più di lucidità nel gioco, ho notato dei miglioramenti in questi giorni, la squadra si è allenata con impegno, ma i frutti dovranno farli maturare in campo i ragazzi domenica”.

Cisolla, Tiberti, Galliani, Patriarca e compagnia. Tanti nomi importanti nella rosa di Brescia, ma chi è il giocatore ‘x’, l’osservato speciale per domenica? “Più che altro direi che Brescia è una squadra ‘x’, sono tutti elementi con un certo livello di esperienza ed è sempre complicato giocarci contro – risponde Marco Fabroni – Con il ritorno di Bisi il gruppo è praticamente tornato ad essere quello dello scorso anno, sono molto affiatati e si esprimono bene in tutti i fondamentali. I loro laterali sono molto pericolosi soprattutto su palla alta, per cui dobbiamo cercare di metterli in difficoltà con la battuta e lavorare bene con muro-difesa”.

I biglietti per la gara contro Brescia sono già quasi esauriti (l’intero ricavato sarà devoluto alla Croce Rossa per aiutare la popolazione ucraina vittima della guerra.), domenica il Palasport di Porto Viro ribollirà di passione nerofucsia: “Ce la metteremo tutta in campo, mi dispiace che non stiano arrivando i risultati che i nostri tifosi si aspettavano e a cui erano abituati negli ultimi anni, ma cercheremo di portare a casa la salvezza il prima possibile e di riconquistare il calore del pubblico di Porto Viro”, conclude Fabroni.

 

C.S.



Articoli correlati