Privacy Policy Cookie Policy
Home » ATLETICA, SECONDO PIANO

Randazzo brinda in coppa Europa

Una splendida medaglia di bronzo. Per il secondo anno consecutivo l’Italia festeggia il successo con il team under 23 femminile nella Coppa Europa di lanci
22 Marzo 2024 Stampa articolo

LEIRIA (Portogallo) – Una splendida medaglia di bronzo. Per il secondo anno consecutivo l’Italia festeggia il successo con il team under 23 femminile nella Coppa Europa di lanci. E dietro alla vittoria azzurra colta a Leiria, in Portogallo, c’è l’ottima prestazione di Margherita Randazzo, sul terzo gradino del podio nel giavellotto.

La portacolori di Assindustria Sport lo spedisce a 53.67 metri, realizzando il suo primato stagionale, alle spalle della francese Jade Maraval, che prevale con 55.07, e della finlandese Emilia Karell, seconda a 54.54, in una gara condizionata dal maltempo, con freddo, vento e pioggia. Nel quartetto azzurro assieme a lei anche Emily Conte, terza nel disco, la pesista Sara Verteramo, quarta, e la martellista Rachele Mori, a sua volta medaglia “di legno”. Per l’Italia under 23 femminile 3.843 punti, quelli che valgono l’affermazione in Coppa Europa davanti a Francia (3.798) e Germania (3.743).

Per Randazzo è il degno epilogo di una stagione invernale vissuta da protagonista: Margherita – che è seguita dal tecnico Roberto Bertolini e che alterna gli allenamenti all’impegno da studentessa al terzo anno di Medicina dell’Università Milano Bicocca – poche settimane fa si è laureata campionessa nazionale promesse, ma ha anche conquistato la medaglia di bronzo a livello assoluto.

Tornando nel Belpaese, questo è stato il weekend della Festa del cross di Cassino, dove sono stati assegnati i titoli nazionali di corsa campestre, con 2.700 gli iscritti di tutte le categorie. E sono indubbiamente prestigiosi i tre piazzamenti fra le prime dieci squadre d’Italia per Assindustria Sport, che torna a casa con un sesto, un ottavo e un decimo posto nella staffetta maschile, a conferma dell’alta qualità generale della spedizione.

La sesta piazza è del quartetto composto da Alberto Marchiori, Pietro Galati, Thomas D’Este e Abel Campeol, sul traguardo in 26’21; l’ottava di Michele Fioriani, Yogesh Ferro, Thomas Serafini e Lorenzo Lazzaro, in 26’45”; la decima di Gabriele Fioriani, Nicodemo Desidera, Giovanni Lazzaro e Iacopo Zenerola, in 26’52”.

Al Palaindoor di Padova la stagione invernale si è invece chiusa con una due giorni dedicata al settore master, con in palio i titoli regionali individuali. Due le maglie di campione veneto per i portacolori gialloblù, indossate entrambe da lanciatori: Federico Rampazzo, fresco campione italiano della categoria SM55, si conferma anche a livello regionale con 12.74 metri nel peso, specialità che, fra gli SM45, vede imporsi Fabio Caldon con 10.47. Sul podio anche Manlio Sutera Sardo, secondo nei 3.000 SM35 in 11’41”78, e Maria Eugenia Tosetto, seconda nei 400 SF65 in 1’44”18.

 

C.S.



Articoli correlati