Privacy Policy Cookie Policy
Home » EDITORIA, SECONDO PIANO

I cento metri: di Colombo e Monti in libreria

«I 100 metri sono la sintesi sublime di uno sport dal linguaggio universale: la competizione di uno contro tutti, e la vittoria come il terminale di un percorso collettivo di perfezionamento e progresso».
13 Gennaio 2023 Stampa articolo

I 100 metri, nell’immaginario collettivo, rappresentano la gara regina dell’atletica, il paradigma perfetto di ciò che questo sport è in grado di sviluppare in fatto di emozioni e conoscenze tecniche.

In questo libro si raccontano i cento 100 metri più significativi a partire dal 1896, anno dei primi Giochi olimpici della storia moderna: da Thomas Burke, che inaugurò la nuova era, a Harold Abrahams, reso immortale dal film Momenti di gloria; dal formidabile Jesse Owens, l’afroamericano che fece infuriare Hitler, ai più contemporanei e mediatici Carl Lewis, Usain Bolt e Marcell Jacobs, l’uomo che ci ha fatto sgranare gli occhi all’Olimpiade di Tokyo 2021.

Senza ovviamente tralasciare il campo femminile, dove riemergono dal passato personaggi immensi come la “mammina volante” Fanny Blankers-Koen, la “gazzella nera” Wilma Rudolph e la “recordwoman” Florence Griffith-Joyner. Passione, adrenalina e momenti di pura magia: la meravigliosa storia dei 100 metri raccontata attraverso le imprese dei suoi immortali protagonisti.

Gli autori:

Claudio Colombo (Monza, 1957) ha lavorato al «Corriere d’Informazione», alla «Gazzetta dello Sport» e, per oltre trent’anni, al «Corriere della Sera», dove è stato responsabile della Redazione sportiva e della Redazione Cronache lombarde. Ha scritto principalmente di sport, seguendo in particolare i maggiori eventi nazionali e internazionali di atletica e pugilato.

Fabio Monti (Milano, 1956) ha lavorato alla «Gazzetta dello Sport» dal 1978 al 1981, al «Corriere dello Sport-Stadio» dal 1981 al 1986 e al «Corriere della Sera» dal 1986 al 2015. Ha seguito sette edizioni dei Campionati mondiali di atletica e tre dei Giochi olimpici (Atene 2004, Pechino 2008 e Londra 2012), oltre a sei Mondiali di calcio.

 

C.S.



Articoli correlati