Home » RUGBY, Serie C

Sconfitta pesante per il Rugby Villadose

7 Marzo 2022 Stampa articolo

Rugby Pordenone-Fulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose 48-7

Marcatori: pt 5′ p. Pordenone Rugby; 12′, 15′, 28′ meta tr. Pordenone Rugby, 36′ meta Pordenone Rugby; 40′ Vanzan meta tr. Davì; st 7′ meta Pordenone Rugby; 24′ e 31′ meta tr. Pordenone Rugby.

Pordenone Rugby: Bravin; Lo Bue, Pizzuto, Marosa, Ceschin; Flora, Frassanito; Puppo, Alberti, Pivesso; Padoan, Bertuzzi; Pancino, Pessa, Bigai. Subentrati: De Spirt, Clarotto, Scelsi, De Ziller, Mancin, Turchet, Sordini. All. Secolo.

Fulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose: Pellegrini; Benigni, Ottoboni, Pravato, Tamiso; Cherubin, Davì; Pavanello, Moro, Cariero; Bressello, Benetti; Andrioli, Vanzan, Bagatella. Subentrati: Greggio Masin, Rizzatello, Romualdi, Romani, Nicoli, Rizzato. All. Pellielo – Capitozzo.

Arbitro: Giuliano Barp.

Note: pt 29-7; cartellino rosso a Pellegrini (pt 5′).

PORDENONE – Sconfitta pesante e con poco da commentare per il Fulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose, che ritorna da Pordenone con il risultato finale di 48-7.

Match fortemente penalizzato dal cartellino rosso a Massimiliano Pellegrini dopo appena cinque minuti di gioco a causa di un placcaggio pericoloso.

Dose vicino alla meta del controsorpasso dopo il vantaggio iniziale dei rossoneri di casa con un calcio piazzato, ma un errore di handling non ha portato alla marcatura.

Il primo tempo è stato chiuso 29-7 con la meta di Vanzan trasformata da capitan Davì, oggi schierato come mediano di mischia.

“Anche l’allenatore del Pordenone a fine partita mi ha detto che avrebbe voluto vedere come sarebbero andate le cose con le squadre complete. Sarebbe stato certamente un buon test pure per loro – ha dichiarato il tecnico Vladimiro Pellielo -. Resta naturalmente un’ottima squadra, che gioca un buon rugby e che ha sfruttato a pieno la superiorità numerica per tutta la partita.

Personalmente sono comunque contento dell’impegno dei ragazzi, ma è una settimana che ci alleniamo al completo, mentre prima abbiamo sempre avuto difficoltà e ancora mancano diversi elementi per un motivo o per l’altro.

Sul gioco, siamo stati carenti sui punti d’incontro e non siamo stati performanti nell’avanzamento. Poi, certamente mancano preparazione e meccanismi”.

C.S.



Articoli correlati