Privacy Policy Cookie Policy
Home » ALTRI SPORT

Savani e Calzolari campioni assoluti di Inferno Snow

Nel weekend sull’Alpe Cimbra presso Malga Millegrobbe al via 500 obstacle runner. Appuntamento per le due ulteriori tappe del circuito Inferno a Mantova (Inferno Park 14-15 maggio) e Figline Valdarno (Inferno Mud 8-9 ottobre)
14 Marzo 2022 Stampa articolo

MILLEGROBBE LAVARONE (Trentino) – Due giorni di grande sport e divertimento sull’Alpe Cimbra, nel Centro Fondo presso Malga Millegrobbe, con Inferno Snow, la corsa a ostacoli più diabolica d’Italia organizzata dall’ASD Andromeda in sinergia con APT Alpe Cimbra.

Un meraviglioso palcoscenico per i 500 appassionati obstacle runner ai blocchi di partenza nel weekend, impegnati su tre percorsi innevati tra altipiani e boschi, disseminati di ostacoli naturali e artificiali dai nomi di ispirazione dantesca, come Lucifero, Caronte, Malebolge, Cerbero e Limbo. In campo forza e resistenza per trasportare pesi, velocità nel risalire funi, destrezza nello scavalcare muri, coordinazione per oscillare sospesi tra corde, pioli e anelli ma soprattutto tanta determinazione.

Il podio della standard race

Tra gli indiavolati partecipanti alla standard race di sabato 12 marzo su un percorso di 8 km (200m D+) con 20 ostacoli sono stati i più veloci a tagliare il traguardo gli emiliani Gian Maria Savani (Around The Atom) con il tempo di 38’15’’ e Dinahlee Calzolari (Around the Atom) in 52’08’’. Al maschile il Trentino è protagonista con Loris Pintarelli (Inferno Team) in 39’53’’ e Raffaele Depedri (Black Warriors) in 41’10’’, rispettivamente secondo e terzo classificato. Tra le donne medaglia d’argento per Valeria Di Gregorio (Tana delle Tigri) in 57’39’’, mentre bronzo per Erika Scialla (OCR Wild Arena Team) in 1h32’’.

I vincitori delle distanze short e team

Domenica 13 marzo Gian Maria Savani (Around The Atom) in 12’26’’ e Dinahlee Calzolari (Around the Atom) in 17’06’’ tornano sul gradino più alto del podio anche nella distanza short di 3 km e 12 ostacoli. Tra gli uomini, secondo e terzo posto sempre per Loris Pintarelli (Inferno Team) in 12’45’’ e Raffaele Depedri (Black Warriors) in 13’17’’. Al femminile, invece, seguono Francesca Dambruoso (White Donkeys OCR Team) in 18’40’’ e Beatrice Fantoni Favini (RomaOCR Team) in 19’15’’. Assegnate anche le qualifiche agli OCR European Championships 2022, che si terranno a giugno in Val di Fiemme.

Importante novità della stagione la sfida a team sullo spesso percorso della standard. A fare la differenza è proprio l’affiatamento tra i tre membri della squadra, chiamati a superare in maniera collaborativa, contando sul reciproco supporto, prove create ad hoc per il tracciato. L’OCR Bear Team in 1h21’15’’ e i Fera Tenaci in 1h31’18’’ si aggiudicano la speciale classifica.

Gare veramente molto sfidanti, in una location stupenda – commenta la vincitrice di Sassuolo Dinahlee Calzolari – soprattutto per il tracciato che ci ha costretti a cambiare costantemente ritmo, tra tratti ghiacciati e innevati. In questo stato di affaticamento basta davvero poco per fallire sugli ostacoli, ma il segreto è restare concentrati prendendosi il giusto tempo per affrontarli”.  

Competizioni bellissime, super veloci – dichiara il vincitore di Borgo Val di Taro, in provincia di Parma, Gian Maria Savani Ostacolo maggiore sicuramente il terreno, davvero misto. Un intenso allenamento sulla corsa, accompagnato da una mirata preparazione fisica, mi ha aiutato ad affrontare Inferno Snow al meglio. Tra gli ulteriori obiettivi della stagione gli Europei OCR, dove gareggerò sia nella 15 km che nella 3 km”. 

Le prossime tappe del circuito

Su infernorun.it tutte le modalità per partecipare anche alle prossime tappe del circuito: Inferno Park allo hu Altomincio village (14 e 15 maggio a Mantova) e Inferno Mud allo hu Norcenni Girasole village (8 e 9 ottobre a Figline Valdarno nel Chianti). Uno sport emergente in costante crescita, ad oggi praticato in Italia da oltre 50mila persone, rivolto non solo ad atleti pro ma anche a sportivi in cerca di un’esperienza alternativa, tra adrenalina e puro divertimento.

Nelle bolge non competitive, infatti, i partecipanti possono sostenersi nell’attraversare i gironi danteschi fino alla finish line, mentre per i pro nessuna possibilità di aiuto secondo il regolamento dettato dalla ASD Federazione Italiana OCR. Gli eventi si svolgono nel rispetto delle norme anti-covid sottoscritte dall’Ente di Promozione Sportiva ASI in accordo con il CONI.

 

C.S.



Articoli correlati