Home » Serie A2, VOLLEY

Tie break stregato per Delta Group

La squadra polesana cede 3-2 a Synergy Mondovì nel recupero della terza giornata di ritorno di Serie A2 Credem Banca
4 Marzo 2022 Stampa articolo

Synergy Mondovì-Delta Group Porto Viro 3-2

(25-20, 15-25, 28-26. 23-25, 15-13)

Battute punto/errori: Mondovì 3/9, Porto Viro 10/8; Ricezione: Mondovì 60%, Porto Viro 59%; Attacco: Mondovì 49%, Porto Viro 47%; Muri punto: Mondovì 11, Porto Viro 11.

Synergy Mondovì: Nwachukwu 28, Meschiari 20, Ceban 12, Boscaini 10, Catena 7, Cianciotta 2, Lusetti e Mazzon 1, Piazza e Camperi 0, Caldano e Gecchele NE; liberi: Fenoglio e Raffa. Coach: Francesco Denora Caporusso.

Delta Group Porto Viro: Bellei 26, O’Dea 16, Vedovotto 13, Barone 11, Pol 8, Fabroni e Gasparini 3, Marzolla e Romagnoli 1, Zorzi 0, Mariano e Tiozzo NE; liberi: Lamprecht e Penzo. Coach: Nicola Baldon.

MONDOVÌ ( Cuneo) – Maledetto tie-break. La Delta Group Porto Viro cede 3-2 a Synergy Mondovì nel recupero della terza giornata di ritorno di Serie A2 Credem Banca. Ai nerofucsia non è bastato aver rimontato per due volte lo svantaggio, il quinto set resta ancora una volta stregato: ottavo ko consecutivo per Fabroni e compagni, quarto (su quattro) al tie-break in questa regular season.

Al di là dei numeri, certamente poco confortanti, Porto Viro ha dimostrato quantomeno di avere battito, di essere ancora viva. È un piccolo, piccolissimo segnale da cui ripartire per preparare l’ultimo miglio del campionato. Questo fine settimana la Delta Group osserverà il turno di riposo, si torna in campo domenica 13 marzo in casa contro Brescia. E sarà una gara da dentro o fuori.

Prima da “titolare” sulla panchina della Delta Group Porto Viro per Nicola Baldon, che schiera Fabroni al palleggio e Bellei opposto, Vedovotto e Pol come schiacciatori (problemi nel riscaldamento per Mariano), Barone e O’Dea al centro, Lamprecht libero. La Synergy Mondovì di Francesco Denora Caporusso in campo con Lusetti-Nwachuckwu sulla diagonale, Meschiari-Boscaini in banda, Ceban-Catena in posto tre, Fenoglio libero. Dirigono l’incontro Giuliano Venturi di Torino e Simone Cavicchi di La Spezia.

Scatto bruciante di Porto Viro in avvio: 2-6, in battuta c’è Bellei. Non si fa attendere la reazione della squadra di casa, che sul servizio di Catena costruisce l’abbrivio del 5-6. Animi tesi in campo, un rosso per Fabroni, uno per Nwachukwu, punteggio livellato sul 10-10. Mani-out e block di Bellei, Porto Viro torna avanti 10-12. Gli ospiti riescono a far filare il cambio palla a lungo, ma si inceppano nel momento più caldo del set: 18-18 di Boscaini a muro, block anche per Ceban e siamo 19-18, time per Baldon.

Pasticcio polesano e murata di Nwachuckwu, il gap si allarga: 21-18. Missile dai nove metri di Bellei, Porto Viro, però, sparacchia fuori la palla della possibile parità (22-20, Mondovì ha cambiato in banda inserendo Mazzon e Cianciotta). Ancora le mani di Nwachuckwu a stoppare un attacco della Delta Group, i nerofucsia sono entrati in un’incredibile spirale negativa e non ne escono più: 25-20, 1-0.

Tante sbavature in apertura di seconda frazione, squadre a braccetto. Pol (ace) e Vedovotto in contrattacco danno slancio agli ospiti: 9-11, time Denora Caporusso. Muro di Fabroni che bacia la linea laterale, errore offensivo di Nwachuckwu, Delta Group con un prezioso tesoretto in tasca: 9-13. Timbro di O’Dea per il 12-17, la squadra di casa sostituisce Lusetti con Piazza.

Altro pasticcio in attacco di Nwachuckwu, 12-18, time Mondovì. Brilla O’Dea in questa fase, che prima tiene a distanza l’avversario e poi lo castiga con l’ace (“benedetto” dal check) del 14-21. Monster-block di Barone, altre due battute a segno di O’Dea, 14-24. Mondovì, nel frattempo, ha ricambiato i suoi schiacciatori, ma stavolta senza alcuna pretesa: 15-25, 1-1.

Terzo set, sestetti invariati e trend invariato: Porto Viro baldanzosa, padroni di casa in ambasce, 1-4. Troppo facile per essere vero, Meschiari e Ceban puniscono le imprecisioni della ricezione polesana, 5-5. Meschiari firma il sorpasso, invasione ospite (decisivo il check) e Mondovì va sul 9-7. Time richiesto da Baldon sull’11-9, la pausa non sortisce effetti benefici, anzi, Ceban trova l’ace del 15-12. O’Dea e Barone stanno tenendo in vita la Delta Group, ma ci vogliono tre gioielli in battuta di Bellei per rovesciare (clamorosamente) il punteggio: 16-17, time Denora Caporusso. Si rivedono Cianciotta e Mazzon tra le fila monregalesi, gli ospiti invece sdoganano Marzolla a muro.

Fallo in attacco proprio di Cianciotta (18-20), un regalo che Porto Viro ricambia poco dopo con l’attacco out del 22-22, interruzione per Baldon. Gli ospiti conquistano la palla set (24-23 Barone) ma la sciupano, Boscaini ne approfitta per girare la ruota (25-24). Alla terza occasione Nwachukwu pesca l’ace che chiude i conti: 28-26, 2-1 Mondovì.

Inizio di quarta frazione da oscuri presagi per Porto Viro: 4-2. Vedovotto non si spaventa e agguanta il pari (5-5). Battuta al veleno di Fabroni, due block di O’Dea, errore di Nwachuckwu: 6-10, Denora Caporusso ha già speso un time. Contro-break immediato di Mondovì sul servizio di Ceban, 9-10, Baldon ferma il gioco prima di sostituire Pol con Gasparini. Invasione piemontese e schiaffo di Bellei in contrattacco, la Delta Group riprende quota (12-16). Reazione veemente della formazione di casa, pungono Meschiari da posto quattro e Nwachuckwu sul lato opposto: 18-18 con un tempo chiamato Baldon.

Gli sforzi di Mondovì sembrano vanificati dal solito errore in attacco (18-20), Gasparini con un gran muro conferma che Porto Viro ha di nuovo il pallino in mano: 19-22, time Denora Caporusso. Di riffa o di raffa, i nerofucsia resistono anche all’ultimo assalto monregalese (da 21-24 a 23-24) e portano la contesa al quinto: mani out-di Bellei per il 23-25, 2-2.

Tie break, Delta Group conferma Gasparini in luogo di Pol. subito protagonista Nwachuckwu: attacco e muro, 3-1. Da un opposto all’altro, ace di Bellei, 3-3. Ricostruzione su ricostruzione, Mondovì rimette il naso davanti con Catena, 5-3. Brutto svarione in attacco, Baldon richiama i suoi in panchina: 7-4. Boscaini manda le squadre al cambio campo sull’8-4, di morbidezza Nwachuckwu per il 10-5, doppio cambio tra le fila polesane, dentro Zorzi-Marzolla per Fabroni-Bellei).

Marzolla a segno prima di tornare a bordo campo, Vedovotto rosicchia un punticino break, 10-7. Parallela al fulmicotone di Bellei, 11-9, time Denora Caporusso. Palla completamente sballata di Nwachuckwu (11-10), che però si fa ampiamente perdonare con la doppietta del 13-10. Porto Viro riesce ad accorciare (con Romagnoli, appena entrato) e ad annullare una palla match, ma non la seconda: 15-13, 3-2 Synergy Mondovì.

Il commento del tecnico della Delta Group Nicola Baldon: “Questo punto potrebbe diventare prezioso in ottica salvezza, sono soddisfatto degli sforzi che la squadra ha prodotto stasera, ci siamo trovati in difficoltà per diversi motivi, non da ultimo lo stop di Mariano nel riscaldamento, e siamo riusciti comunque ad uscirne. Non è un alibi ma ci portiamo ancora dietro le scorie della serie di sconfitte che abbiamo subito, purtroppo non siamo stati lucidi nel prendere alcune decisioni, spesso complicandoci la vita da soli. Guardiamo avanti e cerchiamo di cambiare questa situazione, non è solo una questione tecnica, ma di tranquillità in campo che dobbiamo ritrovare”.

C.S.



Articoli correlati