Home » BASEBALL, Softball

Il BSC Rovigo riabbraccia i coach Becerra e Soto Diaz

5 Febbraio 2022 Stampa articolo

ROVIGO – Torna a ranghi compatti lo staff tecnico del Baseball Softball Club Rovigo targato Itas Mutua. Pochi giorni fa sono rientrati in Italia i due coach Javier Antonio Soto Diaz e Yoel Becerra, che come di consueto avevano fatto ritorno a Cuba al termine dello scorso anno. La nuova stagione è all’orizzonte e le attività di pianificazione e organizzazione sono già entrate nel vivo.

Soto Diaz e Becerra hanno già avuto modo di apprezzare l’ottimo lavoro fatto nelle settimane invernali dagli altri tecnici rossoblù, a iniziare da Francesco Aluffi e Maurizio Sera per la Serie A di baseball, da Cristina Pollato, Chiara Bolognini ed Elia Micai per il softball e baseball giovanile, senza dimenticare il prezioso contributo di Tommaso Lavezzo, Kay Chieregato e del preparatore atletico Stefano Berto. A Rovigo i due coach cubani hanno ritrovato anche i connazionali Ricardo Osorio e Pino Soto, entrambi già operativi nella loro prima esperienza in rossoblù per garantire una crescita al vivaio e al settore softball.

Già un paio le riunioni operative tra tutti i coach del Baseball Softball Club Rovigo. Gli impegni sono molti in vista delle prime partite ufficiali previste a inizio aprile. Dopo due anni difficili, in cui la pandemia ha fatto slittare l’inizio dei campionati a luglio e maggio, finalmente c’è la possibilità di pianificare una stagione “normale”.

Tanti gli aspetti da organizzare, compreso il delicato lavoro con i lanciatori, ruolo in cui Rovigo vanta una grande tradizione, che ha portato giocatori rossoblù a calcare i più importanti palcoscenici nazionali. “Ho ritrovato un gruppo davvero motivato e volenteroso – spiega Becerra, che si occuperà proprio di curare la preparazione sul monte di lancio – Rovigo vuole continuare a produrre lanciatori di qualità ma occorre pazienza, questo è un ruolo che va coltivato con passione e pazienza”.

A breve riprenderanno anche gli incontri con il team degli Psicologi dello sport, che dedicheranno le loro attenzioni soprattutto alle squadre Seniores. Un contributo importante, che presto si arricchirà anche dei risultati di uno studio sperimentale condotto su un centinaio di famiglie per comprendere difficoltà e stati d’animo affrontati durante i difficili mesi della pandemia. Un’analisi unica nel suo genere, che fornirà indicazioni utili anche per la pianificazione delle attività future.

C.S.



Articoli correlati