Home » Moto Gp

Aprilia sul podio con Aleix Espargaro

5 Aprile 2022 Stampa articolo

3 aprile 2022, la gara del Gran Premio Michelin® de la República Argentina verrà inserita nei libri di storia della casa di Noale, in quelli di motociclismo e resterà indelebile nel cuore dei tanti appassionati di Aprilia e, soprattutto, per  che dopo 200 Gran Premi in MotoGP™ mette i piedi sul gradino più alto del podio realizzando un sogno. 

Unitosi al progetto Aprilia fin dal suo ritorno nel Campionato de Mondo, il catalano celebra un risultato importante che, oltretutto, lo dirige verso la vetta della classifica generale. Una vittoria che segna l’inizio di una nuova era per il pilota e per il marchio veneto che si prepara a scrivere un nuovo capitolo della sua celebre storia di successi. 

Ottimo scatto del poleman Aleix Espargaro (Aprilia Racing) ma è Jorge Martin (Pramac Racing) a portarsi subito in testa alla corsa mentre Luca Marini (Mooney VR46 Racing Team) difende la terza posizione conquistata in qualifica. 

(Ducati Lenovo Team) inizia subito il suo recupero dalla 13° casella, lo stesso fa Enea Bastianini (Gresini Racing MotoGP™) che raggiunge la top 10 al primo giro dopo una qualifica complicata. 

Andrea Dovizioso (WithU Yamaha RNF MotoGP™ Team) rientra al box a causa di problemi avuti con l’abbassatore alla partenza e, dopo alcune modifiche, torna in gara. Alla curva 2 del settimo giro, Johann Zarco (Pramac Racing) finisce a terra. Nel frattempo, il suo compagno di squadra martella in testa alla corsa aumentando il proprio vantaggio su Aleix Espargaro, secondo, a quasi tre decimi. 

Intanto, Pol Espargaro (Repsol Honda Team) cade alla curva 2 quando mancano due giri al termine della corsa mentre si trovava in quarta posizione. Bastianini va largo vedendo sfumare gli sforzi fatti in gara ripartendo dalla 13° posizione. Al 16° giro il pilota più veloce in pista è Bagnaia che si porta al sesto posto, tenendosi a un decimo e mezzo da Maverick Viñales (Aprilia Racing), che lo precede. 

Con l’avvicinarsi alla fase finale della gara va in scena un braccio di ferro agguerrito tra Martin Aleix per il comando la vittoria. Ducati vs Aprilia. Un concitato scambio di posizioni e, a tre giri dalla bandiera a scacchi, è Aleix a difendere il primo posto tagliando per primo il traguardo. È la prima vittoria per lui in classe regina, è la prima vittoria per Aprilia dal suo ritorno in MotoGP™. È una prima volta magica che aumenta il morale dopo anni di duro lavoro. 

La classifica generale vede ora Aleix Espargaro è il nuovo leader del Campionato della classe regina con 45 punti.

MOTO2

Spettacolare. Celestino Vietti conquista la seconda vittoria in tre gare allungando nella classifica generale. Il pilota del Mooney VR46 Racing Team, scattato dalla sesta casella dello schieramento, riduce il distacco dalla vetta alternando sorpassi e allunghi per tagliare per primo il traguardo con oltre un secondo e mezzo di vantaggio sul più diretto inseguitore. Torna sul podio Somkiat Chantra (Idemitsu Honda Team Asia), dopo la vittoria ottenuta in Indonesia, accompagnato da Ai Ogura (Idemitsu Honda Team Asia). 

Il poleman Fermin Aldeguer scatta con decisione, mentre, al suo fianco, Augusto Fernandez (Red Bull KTM Ajo) parte male e finisce a terra già alla prima curva dopo un contatto con la ruota posteriore di OguraVietti fa una splendida partenza dalla terza fila ed è l’unico pilota a tenersi vicino ad Aldeguer

Vietti, alla curva 1 al quarto giro, supera il rookie spagnolo prendendo il comando. Al terzo posto c’è Chantra mentre Aron Canet (Flexbox HP40) fa grandi progressi per salire in quarta posizione. 

La gara si assestata con ViettiAldeguer e Chantra in testa. Ma a 16 giri dalla fine, lo spagnolo prova ad approfittare di un errore di Celestino ma finisce a terra vedendo sfumare la possibilità di vincere alla curva 13.  

Il piemontese prende il comando inseguito da ChantraCanet si porta in terza posizione ma ad oltre un secondo dal secondo e, nel frattempo, Ogura riduce il distacco dallo spagnolo dalla quarta posizione. Per la seconda volta, Vietti va largo alla curva 13, permettendo a Chantra di passare e prendere il comando della gara. Al giro successivo, però, Chantra commette lo stesso errore e il piemontese ne approfitta per tornare in testa. 

A poco più di due giri dalla fine, Vietti apre un divario di 1.084 secondi, Chantra a sua volta è a quasi quattro secondi dal compagno di squadra OguraCanet va largo alla curva 5 permettendo a Ogura di recuperare la posizione.  

Vietti si assicura la seconda vittoria della stagione, Chantra rivendica un secondo podio consecutivo, Ogura ha la meglio su Canet alla curva 13 per centrare il suo primo podio della stagione. Chantra Ogura sono le due punte di diamante del programma Road to MotoGP™ nel panorama mondiale. 

Vietti estende il suo vantaggio in campionato a 21 punti su Aaron Canet dopo aver preso 70 punti da un possibile 75 – COTA ora attende. 

MOTO3

Domenica speciale per Sergio Garcia (Solunion GASGAS Aspar Team) che vince la gara del Gran Premio di Argentina. A Termas de Rio Hondo Garcia precede Dennis Foggia: per lo spagnolo si tratta della prima vittoria della stagione. Ayumu Sasaki (Sterilgarda Husqvarna Max) sale sul podio nonostante un Long Lap Penalty.

Garcia parte benissimo a differenza del suo compagno di box Guevara che però recupera e al secondo giro strappa il primo posto a Garcia. Sasaki sconta il Long Lap Penalty.

Jaume Masia (Red Bull KTM Ajo) al terzo passaggio sul traguardo firma il giro più veloce ma a dettare il passo sono ancora i due portacolori GASGAS. Tra i protagonisti nel gruppo di testa troviamo anche Andrea Migno (Rivacold Snipers Team).

In testa ci sono Guevara, Garcia, Masia, Migno e Diogo Moreira (MT Helmets – MSI). A 12 giri dalla fine Guevara vede terminare anzitempo la sua gara a causa di un problema alla moto. Dennis Foggia (Leopard Racing) all’11° giro compie un gran sorpasso che gli vale la terza posizione.

Alla curva 13 Migno si tocca con Masia e la loro gara finisce a sei giri dalla bandiera a scacchi. In testa c’è ancora Garcia davanti a Foggia e il compagno di box del laziale Tatsuki Suzuki, seguiti da Riccardo Rossi (SIC58 Squadra Corse) e Sasaki.

A due giri dalla fine davanti a tutti c’è Garcia con alle spalle Foggia. Alla curva 12 Dennis si porta al comando e si mette dietro Garcia, Suzuki, Sasaki e Rossi. Alla curva 5 Suzuki strappa la seconda posizione a Garcia mentre lo spagnolo risponde alla curva 9.

Garcia si butta all’interno e passa Foggia andando a vincere la sua prima gara di questa stagione. Sasaki porta a casa un grande terzo posto.

Daniele Marangoni



Articoli correlati