Home » superbike

Bautista dà spettacolo a Misano

17 Giugno 2022 Stampa articolo

MISANO (Rimini) –  Che voglia di riscossa per Ducati nel Round al Misano World Circuit Marco Simoncelli!

Alvaro Bautista offre spettacolo ai tanti, tantissimi, appassionati accorsi sulla Riviera Romagnola e firma la doppietta in Gara 2. Una gara condotta senza incertezze, che ha portato il pilota spagnolo in sella alla Ducati del team Aruba.it Racing a tagliare il traguardo con un vantaggio importante di oltre 7 secondi sul Campione del Mondo in carica Toprak Razgatlioglu, che invece si era aggiudicato la Superpole Race andata in scena al mattino. Ducati conclude il week-end di casa con il terzo posto, come in Gara 1, di Michael Ruben Rinaldi.

Al via il solito trenino dei favoriti, Razgatlioglu, Bautista, Rea e Rinaldi, si portano in testa per dettare il passo. Lo show è garantito dalla sfida Yamaha Vs Ducati. Bautista ci prova al quarto giro, il turco ripassa ed il pilota spagnolo si mette in scia a studiare la mossa vincente. Mossa che viene replicata al Curvone al settimo passaggio.

Il passo di Bautista ha una marcia in più ed il pilota Yamaha non riesce ad agganciarsi alla fuga del pilota Ducati. Bautista sigilla il week-end romagnolo con una importante doppietta, anche ai fini del campionato. Alle sue spalle si sfilaccia il gruppo degli inseguitori. Razgatlioglu tiene la seconda posizione senza problemi. Jonathan Rea prova a contrastate Michael Ruben Rinaldi, ma le Ducati volano sul Misano World Circuit. Il portacolori Kawasaki deve rinunciare all’attacco per il terzo gradino del podio. Rinaldi e Rea tagliano il traguardo con quasi 4 secondi di gap tra di loro. Rea accusa un ritardo da Bautista sotto la bandiera a scacchi di 14 secondi e 9 decimi. Iker Lecuona, con la Honda HRC, chiude la top-five di Gara 2.

Ottima la prova di Andrea Locatelli, che con la Yamaha gemella di Razgatlioglu, si porta a casa il sesto posto nella gara di casa. Così come da segnalare la bella prova di Axel Bassani che azzecca la partenza giusta e si porta a casa il settimo posto grazie anche alla penalizzazione inflitta ad Alex Lowes per aver sconfinato i limiti della pista. Gli altri italiani al traguardo sono Tamburini, 12esimo, che precede il sanmarinese Bernardi. Fuori dai giochi per problemi tecnici sia Gabriele Ruiu, che Alessandro Delbianco.

In ottica campionato Alvaro Bautista vede incrementare a 36 punti il suo vantaggio su Jonathan Rea. Lo spagnolo comanda con 220 punti. Rea insegue a quota 184. Toprak Razgatlioglu è terzo a 141 lunghezze. Quarto posto per Andrea Locatelli (108) che precede Iker Lecuona (99) e Michael Ruben Rinaldi (92).

Foto di Daniele Marangoni

 

Daniele Marangoni



Articoli correlati