Home » RUGBY, Serie C

Rugby Villadose sconfitta di misura

2 Maggio 2022 Stampa articolo

Fulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose-Rugby Alpago 15-17

Marcatori: pt 14′ p. Pellegrini; 29′ p. Viel; st 15′ meta Brandalise tr. Viel; 23′ meta Rizzatello; 30′ meta Romor tr. Viel; 35′ meta Rizzatello tr. Pellegrini.

Fulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose: Benigni; Tamiso, Piombo, Pravato, Rizzato; Pellegrini, Borsetto; Rizzatello, Greggio Masin, P. Ottoboni; Romualdi, Bressello; Andrioli, Manfrinato, Bagatella. Subentrati: Pavanello, Aggio, Macrì, Melloni. A disposizione: Benetti, Quaglio, Moro. All. Pellielo – Capitozzo.

Rugby Alpago: Viel; L. Bartoluzzi, Vaina, Romor, A. Bartoluzzi; Favero, Brandalise; Schirru, Facchini, Mognol; Cappellari, De Bastiani; D. Delle Donne, Mazzer, Svalduz. Subentrati: Ballarin, Roffaré, De March, Barattin, Zoldan, F. Delle Donne, Facchin. All. Liguori.

Arbitro: Lorenzo Dorigo.

Note: pt 3-3.

VILLADOSE (Rovigo) – Primo tempo equilibrato finito in perfetta parità sul 3-3, con poco spettacolo e molto agonismo. I padroni di casa si intestardiscono troppo nell’uso del piede, trovando sempre ben posizionato il triangolo allargato ospite. Il Dose fa valere il proprio predominio in mischia e guadagna calci di punizione in sequenza.

Da uno di questi, al 14′ Pellegrini centra i pali e porta avanti i suoi. Nella seconda parte subentra un po’ di indisciplina anche nei neroverdi. Viel pareggia i conti al 29′ e sul finire del tempo, Bartoluzzi ha l’occasione del controsorpasso ma il suo calcio si spegne lateralmente anche a causa del vento più insistente.

Nella ripresa l’Alpago marca per primo trovando la meta con una buona iniziativa personale del mediano Brandalise, che sguscia nella difesa polesana e resiste ad un paio di placcaggi schiacciando oltre la linea.

Il Villadose reagisce ancorandosi al punto di forza della mischia e dopo un paio di calci di punizione ottenuti, è il solito Rizzatello ad uscire dal pacchetto e schiacciare. Pellegrini è sfortunato nella trasformazione che coglie il palo interno ma esce.

I padroni di casa provano a insistere, ma da un passaggio sbagliato nasce il recupero di Romor che calcia a seguire, raccoglie ed è più veloce dei difensori nell’arrivare sotto ai pali.

È il colpo che ridesta i neroverdi che subito si riportano in attacco e trovano la seconda meta di Rizzatello da maul. Pellegrini stavolta trasforma ma il risultato non cambia più: vince l’Alpago 15-17.

C.S.



Articoli correlati