Home » BASKET, Femminile, Serie B

Solmec Rhodigium torna al successo

Le rossoblù superano in trasferta la Ginnastica Triestina e recuperano serenità
24 Aprile 2022 Stampa articolo

Ginnastica Triestina – Solmec Rovigo  45-51

5-15, 14-30, 28-35

 Ginnastica Triestina:  Ciotola 7, Mervich 5, Cigliani 4, Rosin 7, Richter 11, Fumis 5, Nardelli 4, Valeri 2, Zanelli. Cutazzo, Prodan e Giorgesi ne. All.re Fuligno, vice All. Parigi.

Solmec Rovigo: Bonivento 15, Turri 5, Chicchisiola 6, Furlani 7, Stawinska 9, Vaccarini 6, Ferri 3, Sorrentino, Modena. Marchetti, Martin e Poletto ne. All.re Bereziartua, vice All. Calonego.

Arbitri: Allegretti di San Quirino (PN) e Coletti di Trieste.

Tiri Liberi: Ginnastica Triestina 7/13 – Solmec 13/18    

 TRIESTE – Colpo di coda di Solmec che espugna l’Allianz Dome di Trieste e mette fine alla striscia di tre sconfitte. Una prestazione di carattere e d’insieme ha permesso a Turri & Co. di violare con merito il parquet giuliano.

Una nota di merito va ascritta al reparto play maker (Bonivento, Vaccarini e Modena) che ha guidato con grande tranquillità la squadra trovando nei momenti decisivi i canestri che hanno stoppato il recupero della Ginnastica Triestina.

Rispetto all’andata le giuliane recuperano la talentuosa play Ciotola e la lunga Richter. Partenza sprint per Solmec che trova subito due canestri nel pitturato. Cigliani trova un canestro dal mid range ma le rossoblù sono un fiume in piena.

Parziale di 9-0 e vantaggio che sale in doppia cifra (15-3). La fiducia e l’entusiasmo crescono di minuto in minuto. Le padrone di casa faticano a trovare la via del canestro e chiudono il primo quarto con soli cinque punti a referto.

Il secondo periodo è la falsariga del primo. Le rossoblù trovano frequentemente il canestro grazie al gioco corale che risolve il rebus della difesa a zona delle locali. Le triple di Turri e Stawinska danno il la al secondo break della partita (8-0 e +18 Solmec). Le locali trovano quattro punti in fila ma il primo tempo si chiude con la realizzazione di Ferri servita da un assist sontuoso di “Nana” Modena, quindicenne di grandi speranze.

Dopo la pausa lunga le triestine trovano un quarto di grande intensità mentre Solmec litiga a più ripresa con il ferro avversario. Il centro Richter dà la carica alle compagne e Ciotola trova un paio di canestri di grande fattura.

Parziale di 8-0 e Ginnastica risale sotto la doppia cifra di svantaggio. Vaccarini realizza l’unico canestro dal campo e Solmec racimola altri tre punti dalla lunetta.

Nel finale di quarto Fumis trova due canestri nel pitturato e il gap si riduce a soli sette punti.

L’ultimo parziale parte male per Rhodigium che subisce quattro punti in fila da Nardella (Ginnastica a -3). Bonivento trova un jumper da fuori e Chicchisiola si fa largo tra le maglie triestine e realizza di forza da sotto.

Solmec risale a +7 ma Ginnastica è più viva che mai. Stawinska trova un canestro fondamentale ma Richter da sotto e l’esterna Mervich dalla lunetta tornano a fare paura.

La tripla della solita Ciotola riavvicina a meno quattro e i fantasmi della gara di Pordenone riaffiorano. Sul cambiamento di fronte Bonivento trova un canestro dalla lunga distanza (48-41 Solmec) ma le giuliane non si perdono d’animo e a un giro di lancetta dalla sirena finale Solmec ha un possesso pieno di vantaggio.

Bonivento tenta senza fortuna la sorte con un altro tiro dalla lunga distanza ma Vaccarini cattura il rimbalzo e realizza il canestro decisivo in mezzo a una selva di braccia.

Dalla lunetta Bonivento realizza il libero del +6 finale. Una vittoria meritata per le rossoblù che chiudono un periodo molto sfortunato. Adesso bisogna dare continuità alla prestazione di Trieste e in questo contesto giunge nel momento ideale il match contro il Giants Marghera, lanciato verso i play off nazionali.

Partita ovviamente da vincere per ritrovare fiducia, autostima e coscienza dei propri mezzi tecnici. Appuntamento a sabato sera alle ore 20.30.

C.S.



Articoli correlati