Home » Serie A2

Delta Group: solo una fiammata

20 Marzo 2022 Stampa articolo

BCC Castellana Grotte-Delta Group Porto Viro 3-1

(25-21, 23-25, 25-18, 25-20)

Battute punto/errori: Castellana Grotte 8/16, Porto Viro 2/15; Ricezione: Castellana Grotte 71%, Porto Viro 55%; Attacco: Castellana Grotte 47%, Porto Viro 39%; Muri punto: Castellana Grotte 12, Porto Viro 11.

BCC Castellana Grotte: Theo Lopes 22, Fiore, Tiozzo e Truocchio 12, Presta 7, Izzo 6, Santambrogio 1, Zanettin, Arienti, De Santis e Borgogno NE; libero: Toscani. Coach: Giuseppe Barbone.

Delta Group Porto Viro: Bellei 18, Vedovotto 10, Mariano 9, Barone 8, O’Dea 7, Krzysiek 5, Fabroni 2, Romagnoli 0, Zorzi, Gasparini, Marzolla e Sperandio NE; liberi: Lamprecht e Pol. Coach: Nicola Baldon.

CASTELLANA GROTTE – Solo una fiammata, troppo poco per evitare la decima sconfitta consecutiva. Delta Group Porto Viro cede 3-1 a BCC Castellana Grotte nella terzultima giornata di Serie A2 Credem Banca.

Al di là dei cambi di assetto, con il “balletto” tra gli opposti e i centrali per dare spazio al nuovo acquisto Krzysiek e lo spostamento di Pol nel ruolo di libero, la formazione nerofucsia è sembrata vittima delle solite, ormai ataviche, insicurezze. E adesso c’è davvero da tremare: Ortona ha vinto a sorpresa 3-2 contro Santa Croce portandosi a meno uno da Porto Viro. La salvezza si deciderà nelle ultime due giornate di regular season.

Subito titolare il nuovo acquisto della Delta Group Porto Viro Krzysiek, con lui – inevitabilmente – spazio a un centrale italiano, Romagnoli, panchina dunque per O’Dea. Gli altri titolari scelti da coach Nicola Baldon sono Fabroni al palleggio, Vedovotto e Mariano come bande, Barone in posto tre, Lamprecht e Pol (altra novità) i liberi. La BCC Castellana Grotte di Giuseppe Barbone inizia con Izzo-Theo Lopes sulla diagonale principale, Tiozzo-Fiore in banda, Truocchio-Presta al centro, Toscani libero. Arbitrano l’incontro Giovanni Ciaccio di Altofonte e Pierpaolo Di Bari di Fasano.

Avvio frenetico nella metacampo ospite, ci pensa Krzysiek ad assorbire lo svantaggio iniziale: 3-3. Due muri consecutivi di Castellana, che cerca ancora la fuga (7-4). Vedovotto ben appostato sulla ricezione sballata di Tiozzo (7-6), errore pugliese e siamo di nuovo in parità (8-8). Sale in cattedra Presta, contrattacco e muro: 12-9, time Baldon.

Porto Viro fatica sempre tantissimo in cambio palla (15-10 sul turno in battuta di Izzo), dopo un altro punto break incassato, a firma Theo Lopes, Baldon si vede costretto a spendere il secondo time (18-12). Non va l’attacco, non va nemmeno la battuta, impossibile rientrare in corsa così. Il block di Vedovotto del 24-21 è di fatto l’unico squillo nerofucsia, Castellana si mette in tasca la prima frazione: 25-21, 1-0.

Cambio campo, la Delta Group si rifà il look con gli ingressi di Bellei e O’Dea, out Krzysiek e Romagnoli. Primo vantaggio polesano proprio con zampata a muro di O’Dea (2-3), risponde Theo Lopes (4-3). Due brutte imbarcate subite dagli ospiti, Baldon decide di parlarci su (9-6). La risposta dei suoi è eccellente, block di Mariano e ace di Vedovotto per il pari (9-9), sorpasso e allungo nel segno di Bellei: 10-12.

Fase non limpidissima, squadre comunque attaccate, Vedovotto di esperienza trova il 15-17, pari immediato di Truocchio (17-17). Sbaglia Tozzo (17-19), a Bellei invece riesce tutto, inclusa la difesa fortuita che propizia 20-23: time Barbone. Muro clamoroso di O’Dea (20-24), sembra fatta ma Santambrogio entra in battuta e spaventa la Delta Group (ace del 22-24), che sciupa anche la terza palla set (23-24). Per fortuna Vedovotto mette giù la quarta: 23-25, 1-1.

Terzo set, strappo iniziale di Castellana (4-1), ricuce Mariano con il servizio vincente del 4-3. Proteste polesane e giallo a Fabroni, poco dopo matura il pari: 6-6. Muro di Izzo (8-6), Bellei rintuzza il tentativo pugliese (8-8); c’è anche l’affondo di Fiore in battuta (10-8), risponde sempre Bellei, addirittura con due muri: 10-11. Si lotta gomito a gomito, Fiore riporta al comando Castellana, time Baldon (16-15).

Theo Lopes sgancia una bomba in battuta (17-15), muro a tre dei padroni di casa su Vedovotto, ancora tempo per Baldon (19-16). Buio totale, Porto Viro non passa più in attacco e scivola 22-16. Tornano in partita Krzysiek e Romagnoli, ma ormai il dado è tratto: 25-18, 2-1 Castellana.

Buon avvio di quarta frazione per la Delta Group, aiutata da una Castellana particolarmente pasticciona e da un Bellei versione monster (2-6). Troppo bello per essere vero, ribaltone pugliese in un amen sul turno in battuta di Presta: 7-6, time Baldon. Muro di Izzo e ace di Theo Lopes, padroni di casa quasi in fuga (10-7). Altro muro di Izzo (13-9), ma anche errore di Presta (13-11) e di Tiozzo (15-14), Porto Viro in qualche modo resta aggrappata al match.

Si procede a strappi: staffilata di Theo Lopes, time Baldon sul 17-14; block di O’Dea, brutto attacco di Theo Lopes, time Barbone sul 17-17. Gran muro di Fabroni su Fiore (18-19), gli ospiti però si impappinano nel momento clou e cedono nuovamente il vantaggio (20-19). I due ace di fila di Fiore (22-19) sono la mazzata che affossa definitivamente Porto Viro: 25-20, 3-1.

L’analisi del tecnico della Delta Group Nicola Baldon: “Ci avrebbe fatto comodo uscire da questa trasferta con dei punti, ma oggi si sono viste tutte le nostre insicurezze, non appena la squadra va in difficoltà entrano in gioco dei fattori che non sono tecnici, bensì mentali. La fiammata del secondo set è arrivata con gli equilibri che avevamo in passato, all’inizio abbiamo provato a giocare con un nuovo assetto ma ovviamente Bartosz (Krzysiek, ndr) ha ancora bisogno di ambientarsi e di entrare nei meccanismi della squadra. Continueremo a lavorare palestra con l’obiettivo di metterlo in condizione di esprimersi al meglio e di darci una mano in questo finale di stagione”.

C.S.



Articoli correlati