Home » Serie A2, VOLLEY

Delta Group: un punto da applausi

14 Marzo 2022 Stampa articolo

Delta Group Porto Viro-Gruppo Consoli McDonald’s Brescia 2-2 (22-25, 10-25, 25-21, 25-19, 9-15)

Battute punto/errori: Porto Viro 3/9, Brescia 11/15; Ricezione: Porto Viro 51%, Brescia 65%; Attacco: Porto Viro 42%, Brescia 52%; Muri punto: Porto Viro 14, Brescia 11.

Delta Group Porto Viro: Bellei 21, Barone e Mariano 12, O’Dea 9, Vedovotto 7, Fabroni 2, Pol 1, Zorzi, Gasparini e Marzolla 0, Romagnoli e Tiozzo NE; liberi: Lamprecht e Penzo. Coach: Nicola Baldon.

Gruppo Consoli McDonald’s Brescia: Bisi 22, Patriarca 17, Cisolla 16, Galliani 14, Esposito 12, Mazzone 4, Tiberti 1, Neubert e Seveglievich 0, Orazi e Ventura NE; liberi: Franzoni e Crosatti. Coach: Roberto Zambonardi.

PORTO VIRO (Rovigo) – Un punto di speranza un punto da applausi, quello che il popolo nerofucsia tributa alla Delta Group Porto Viro dopo il 2-3 casalingo contro Gruppo Consoli McDonald’s Brescia. Sotto di due set (con il secondo perso malamente a 10), i polesani sono riusciti nella difficilissima impresa di rimontare lo svantaggio portando la contesa al quinto set.

 Lì, come purtroppo sempre accaduto in questo campionato (sei sconfitte su sei al tie-break) è mancato lo scatto decisivo, la freddezza giusta. Ma, per come si era messa, è un punto che può davvero fare la differenza, tanto per il morale quanto per la classifica: con la sconfitta di Ortona in casa di Reggio Emilia, la Delta Group allunga sulla zona retrocessione portandosi a più tre a tre giornate dal termine della regular season.

La Delta Group Porto Viro di Nicola Baldon al via con Fabroni alzatore e Bellei opposto, Pol e Mariano in banda, Barone e O’Dea in posto tre, Lamprecht libero. Così la Gruppo Consoli McDonald’s Brescia di Roberto Zambonardi: Tiberti-Bisi sulla diagonale, Galliani-Cisolla come schiacciatori, Esposito-Patriarca al centro, Franzoni libero. Arbitrano il match Marco Turtù di Montegranaro e Michele Marotta di Prato.

Tensione palpabile al Palasport di Porto Viro, di Cisolla il primo affondo break della serata: ace del 2-4. Cinica Brescia, che sfrutta un’altra sbavatura avversaria in ricezione per allungare: 6-9 firmato Bisi. Errore ospite, Pol non concretizza la palla della possibile parità, Cisolla pesca di nuovo il jolly in battuta: 9-12, time Baldon. Molto su di giri Bellei (12-13), muro di Mariano per la agognata parità (14-14).

Magia di Bisi, gli ospiti tornano al comando (16-18), scambio concitato chiuso da Mariano in pipe e rieccoci in equilibrio: 18-18, time Zambonardi. Sorpasso polesano, block di Fabroni del 20-19, risponde Bisi (su servizio del neoentrato Seveglievich) con il mani-out del 20-21. Dentro Gasparini per Pol tra le fila nerofucsia, Galliani vince lo scontro a rete costringendo Baldon al secondo time: 20-22. Due palle set per Brescia, che si gioca la prima con Mazzone in battuta e fa bene: 22-25 siglato da Cisolla, 0-1.

Ripartenza sprint degli ospiti, subito due ace di Bisi, in mezzo anche un contrattacco di Cisolla: 2-5, Porto Viro con Penzo come unico libero. Baldon interrompe il gioco, la pausa però non giova ai suoi: errore in attacco polesano, poi due ace di Cisolla, 3-9 (rientra Lamprecht). Doppietta muro-attacco di Patriarca per il 4-12, battuta vincente di Fabroni (6-12), entra Vedovotto per Pol, Esposito ristabilisce le distanze (8-16). Tantissima confusione nella metà campo nerofucsia, Baldon si gioca un altro tempo (8-17). Sprofonda la squadra di casa, spazio al doppio cambio (Zorzi-Marzolla per Fabroni-Bellei), entra anche Neubert in regia per Brescia. Si aspetta solo il cambio campo: 10-25, 0-2.

Terzo set, Patriarca ed Esposito (block) inaugurano la frazione (0-2). Ace di Barone per l’immediato pareggio (2-2), bisogna aspettare un po’ per il sorpasso, che arriva grazie a super Vedovotto (muro e attacco), questa volta in campo da inizio frazione: 9-7, time Zambonardi. Muro di Bisi, che poi castiga la ricezione slash di Porto Viro: 9-10. Seconda murata di Vedovotto, Delta Group torna davanti (12-11), ma Bisi resta implacabile in qualsiasi situazione e su qualsiasi pallone: suoi i graffi del 14-15 e del 15-17, time Baldon.

Ennesimo capovolgimento di fronte, propiziato da due botte tremende di Mariano dai nove metri: 18-17, time Zambonardi. Block di Barone (19-17), in un lampo Bisi ricuce il divario (19-19). Il muro, però, resta la chiave di tutto: due timbri di O’Dea, uno di Bellei, Delta Group a un passo dal traguardo (24-20). Partita ufficialmente riaperta: 25-21, 1-2.

Quarta frazione, muro e difesa polesani mettono subito sotto pressione gli attaccanti di Brescia: 6-4, immediato time di Zambonardi. Anche la ricezione ospite in difficoltà, Vedovotto non fa prigionieri (7-4). Delta Group sicura in cambio palla e sempre arcigna in difesa, prova ne sia il monster-block di Vedovotto su Bisi che vale il 13-8: interviene ancora Zambonardi. Il tecnico lombardo decide di far rifiatare lo stesso Bisi (dentro Mazzone), poco dopo Patriarca rosicchia un punticino break con l’ace del 16-12. Porto Viro torna presto in controllo, complici un paio di sbavature dei Tucani (20-14). Il popolo nerofucsia applaude convinto adesso e accompagna i ragazzi di casa al quinto set: 25-19, 2-2.

Tie-break, un tabù finora per Porto Viro. Un gran Cisolla per l’1-3 di partenza. Ancora il campione bresciano a segno, stavolta con l’ace del 2-5. Due errori consecutivi dei padroni di casa mandano le squadre al cambio campo sul 4-8. Contrattacco di Galliani, altro attacco sbagliato della Delta Group, 4-10. Sul 5-11 dentro Mazzone per Galliani, Baldon chiama tempo. Mazzone colpisce subito in battuta, Pol rileva Vedovotto in seconda linea (5-12). Muro di Barone, immediata interruzione di Zambonardi (7-12). Ancora le mani di Barone a dare un briciolo di speranza ai nerofucsia (9-13), ma il filo è davvero troppo sottile: 9-15, 2-3 Gruppo Consoli McDonald’s Brescia.

Il tecnico della Delta Group Nicola Baldon: “I ragazzi hanno tirati fuori una grande prova di carattere stasera, dopo aver perso così il secondo set, era difficile risalire la china. Voglio ringraziare in particolare Vedovotto, che non si è mai allenato questa settimana per il mal di schiena, ma ci ha dato una grande mano portando equilibrio in campo.

Ci mancano un po’ di sicurezza e di stabilità in questo momento, all’inizio abbiamo sofferto in ricezione, così come nel quinto set, ma abbiamo anche sfruttato male delle occasioni che ci eravamo costruiti in difesa e che sono molto preziose per noi. Sono comunque contento del risultato, come già detto, ogni punto è prezioso per la salvezza”.

Nonostante il mal di schiena, Filippo Vedovotto è stato determinante nella rimonta nerofucsia: “La partita si era messa male, per fortuna siamo riusciti a girare il vento e a portarci a casa questo punto fondamentale in ottica salvezza. Dal terzo set siamo sicuramente migliorati noi, a livello di gioco e di tenuta a muro, mentre Brescia, a cui nei primi due set era entrata con continuità la battuta, ha avuto un calo. Il supporto del pubblico? Vedere il palazzetto così pieno ci ha dato sicuramente una grande mano”.

C.S.



Articoli correlati