Home » Football

Alligators: ripartenza lontano da casa

4 Marzo 2022 Stampa articolo

ROVIGO – Torna a muoversi il football polesano, anche se il football è in pausa in Polesine. Infatti gli Alligators Rovigo, l’unica squadra del tipico sport statunitense presente tra Po e Adige, non sono riusciti a iscriversi al Campionato Italiano di Football Americano e quindi per continuare a giocare dovranno spostarsi fuori regione, ma comunque non si fermeranno.

Tra dicembre e gennaio si sono chiuse le iscrizioni per la competizione nazionale organizzata dalla Federazione Italiana di American Football (Fidaf), proprio quando l’ultimo attacco della pandemia colpiva forte il Polesine e quindi tanti ragazzi avevano timore a venire ad allenamenti e partite per paura di rimanere contagiati; quindi la formazione biancoverde, non potendo contare su numeri certi di giocatori da poter schierare, si è trovata costretta ad abdicare e rinunciare a giocare il Campionato Italiano di III Divisione. Ma non tutti i ragazzi erano pronti a rinunciare alla palla ovale “in salsa americana” e così la società ha stretto accordi con le Aquile Ferrara e presterà i suoi atleti sull’altra sponda del Po.

«Che un buon numero di alligatori possa essere “promosso” nella seconda divisione italiana con le Aquile è per noi un grande vantaggio, perché potranno assaggiare un livello di gioco molto più alto ed apprendere tantissimo, una esperienza che sarà poi utilissima quando torneranno torneranno a vestire le nostre maglie “squamate”» le parole del Presidente degli Alligators Fulvio Cavicchi, alla presentazione della stagione in Comune a Ferrara mercoledì 2 marzo.

«Che possano per di più farlo con la squadra più storica di tutta Italia, una delle cinque fondatrici che crearono il movimento tricolore nel 1981 e l’unica nel nostro paese a non essersi mai fermata sin da allora, è davvero un vanto per una piccola franchigia come la nostra che esiste solo dal 2015. I nostri ragazzi possono apprendere tantissimo da un capo allenatore americano del livello di Mike Faragalli, ma per noi è di un altro pianeta tutta l’organizzazione di Ferrara ed il numero elevatissimo di allenatori specifici per reparto che hanno. Il nostro obiettivo è “rubare” quante più conoscenze possibili in questa stagione e poi portarle in Polesine al resto della squadra».

La formazione delle Aquile sarà una vera rappresentativa di tutto il Delta del Po, dato  che oltre a ferraresi e rodigini vestiranno il bianco-rosso-blu anche alcuni ragazzi provenienti dai Buccaneers Comacchio, quindi viene facile l’idea di soprannominare la squadra “Delta Force” come già il corpo speciale per la lotta al terrorismo dell’Esercito degli Stati Uniti.

La stagione comincerà domenica 13 marzo al Mike Wyatt Field di Ferrara contro un’altra squadra fondatrice, i gialloneri Giaguari Torino, e gli alligatori stanno lavorando con impegno  per arrivare preparati allo scontro. Tra di loro giusto citare gli esperti Alberto Quadretti, Lorenzo Neodo, Enrico Giacomelli ed Andrea Ferrari, ma stanno facendosi vedere bene in allenamento anche i rookie Francesco Capitozzo, Francesco Solimine e Loris De Rosa.
E non è detto che non si aggiungano altri polesani durante la stagione!

C.S.



Articoli correlati