Privacy Policy Cookie Policy
Home » VOLLEY

Fipav Rovigo, tornano le finali-evento

Le società possono presentare le candidature. Il vicepresidente Diego Gardina: “Ulteriore ritorno alla normalità. Saranno giornate speciali anche per i nostri arbitri”
3 Marzo 2022 Stampa articolo

ROVIGO – E’ iniziato il conto alla rovescia per le finali territoriali Fipav Rovigo, tra gli eventi più attesi della stagione pallavolistica in corso. Con lo scopo di dare visibilità alla disciplina sportiva e garantire prestigio al territorio, è stato ideato il progetto “Evento finale territoriale”. Attraverso un bando di candidatura per società sportive, l’obiettivo è creare la giusta sinergia tra il comitato organizzatore e il territorio. Le finali in programma sono già state calendarizzate e si terranno sempre di domenica pomeriggio. Si parte il 20 marzo con l’ultimo atto della Coppa Rovigo femminile, il 27 marzo le finaliste dell’Under 18 si giocheranno il titolo provinciale.

Nel mese di aprile, appuntamento il 3 con la finalissima Under 16 e domenica 10 spazio alla finalissima dell’Under 14 sempre femminile. Domenica 15 maggio si alzerà il sipario sulla finale Under 13 femminile, domenica 29 verranno definite le prime posizioni del campionato promozionale Under 13 Young.

Le società sportive interessate possono fare richiesta via mail all’indirizzo presidente@fipavrovigo.net per avanzare una candidatura e ospitare una delle finali. Per i club intenzionati a ospitare la sfida decisiva di Coppa Rovigo, c’è tempo fino a domenica 6 marzo per inoltrare la domanda alla federazione.

Le considerazioni di Diego Gardina, vicepresidente Fipav Rovigo: “Dopo un inizio travagliato e lo stop forzato a inizio 2022, la fase territoriale dei campionati federali volge al termine e siamo pronti per incoronare le squadre che più si sono contraddistinte in questa annata di ripartenza, seppure a singhiozzo. La novità è il ritorno all’organizzazione di finali evento “itineranti”, grazie alla collaborazione delle Società sportive che aderiranno al bando inviato nei giorni scorsi, candidando il proprio impianto ad ospitare una delle finali e offrendo il loro preziosissimo supporto nell’organizzazione e nella logistica. 

Nonostante questo ulteriore tentativo di ritorno alla normalità, per cercare di adeguarsi il più possibile ai protocolli federali e alle misure di contingentamento del pubblico, anche quest’anno gli eventi vedranno schierate in campo neutro solo le due migliori squadre, che si affronteranno nella gara più spettacolare e che decreterà il campione territoriale. Uniche eccezioni saranno le finali evento Under 13 e Under 13 Young, per le quali prevediamo di far disputare nella stessa occasione anche le finali terzo-quarto posto”.

Lo sforzo organizzativo, come ricorda Gardina, è stato notevole: “Tutto il Comitato ha lavorato duramente per fare in modo di riuscire ad arrivare a raggiungere questo importante obiettivo, consapevole degli sforzi e dei sacrifici che le società hanno dovuto affrontare in questo difficile periodo. Anche per questo motivo abbiamo deciso di non cancellare, ad esempio, le ultime gare di Coppa Rovigo, che, sebbene non preveda una fase regionale, resta comunque un traguardo ed una soddisfazione per chi ha lottato dall’inizio della stagione. Come ex arbitro e consigliere con delega al settore arbitrale, infine, non posso non soffermarmi sui colleghi impegnati nella direzione delle finali.

Anche per loro queste giornate rappresentano il culmine del cammino intrapreso in questa stagione e nelle annate precedenti, dato che la loro formazione e preparazione è sempre seguita attentamente dalla Commissione, dai docenti e dagli osservatori, in aula e sui campi. Per alcuni di loro, le finali evento rappresenteranno il trampolino per il passaggio al ruolo regionale, inizio di un nuovo percorso verso una lunga e gratificante carriera nel mondo arbitrale”.

C.S.



Articoli correlati