Home » ATLETICA

Hope Esekheigbe, sprint da urlo in 7”35

È la quarta under 23 di sempre in Italia, la ventenne velocista si migliora di 12 centesimi. Titoli regionali per Lazzaro e Meroi negli 800. Nuovo miglioramento per Davide Lei sui 60 e 4° posto.
17 Gennaio 2022 Stampa articolo

PADOVA –  La copertina spetta senza dubbio a lei. Gran miglioramento della ventenne Hope Esekheigbe sui 60 metri a Padova nel secondo weekend di gare del 2022. La sprinter di Assindustria Sport vola in 7”35 sul rettilineo del Palaindoor, con un progresso complessivo di dodici centesimi rispetto al personale della scorsa stagione, mentre in batteria era già riuscita a demolirlo con 7”40.

Francesca Biondi

Con questo risultato la velocista, che ha conquistato nel 2020 il tricolore al coperto dei 60 juniores, si porta al quarto posto nelle graduatorie italiane under 23 di ogni epoca: meglio di lei in questa fascia di età soltanto Manuela Levorato (7”20), Vittoria Fontana (7”28) e Marisa Masullo (7”33). Di recente la giovane padovana allenata da Emanuele Olivieri si era messa in evidenza anche sull’insolita distanza dei 50 metri, a metà dicembre nell’impianto di Parma, correndo in 6”38, a sette centesimi dalla migliore prestazione nazionale.

A Padova, nella stessa gara, che ha coinvolto 122 partecipanti, bel progresso però anche per la compagna di squadra Ilenia Carraro, scesa a 7”56 dopo un 7”62 in batteria (prima del weekend aveva un PB di 7”68). Nel comparto maschile, con ben 166 iscritti, ottima prestazione di Davide Lei, che abbassa ancora il primato stagionale scendendo a 6”94 sui 60 metri ed è per un soffio ai piedi del podio.

Carol Zangobbo

Primato anche per Francesca Biondi: la junior allenata da Paolo Negrini sui 400 scende a 58”85. E primato indoor (a 6 centimetri dal record all’aperto) pure per Carol Zangobbo, al debutto stagionale nella gara che ama di più, il salto in lungo, e subito capace di superare i 6 metri, lasciando il segno a 6.27: nessun’altra ci è riuscita nel fine settimana.

Per alcune gare la domenica assegnava anche i primi cinque titoli veneti assoluti della stagione: negli 800 gradino più alto del podio per lo junior Giovanni Lazzaro, new entry in casa Assindustria Sport, e per la sua compagna di maglia Chiara Silvia Meroi, con il tempo rispettivamente di 1’53”85 e 2’17”61. Il giorno prima era toccato a Riccardo Martellato mettersi in evidenza nei 3.000, fermando il cronometro a 8’26”08, primato personale migliorato di quasi quattro secondi.

Ecco gli atleti gialloblù saliti sul podio al Palaindoor.

UOMINI. 3.000: 1. Riccardo Martellato 8’26”08. 800: 4. Giovanni Lazzaro 1’53”85 (campione regionale assoluto). Alto: 2. Tiziano Feletto 1.94. Triplo: 3. Marvellous Eghianruwa 14.54.

DONNE. 60: 1. Hope Eghongh Esekheigbe 7”35 (PB), 2. Ilenia Carraro 7”56 (PB). 800: 3. Chiara Silvia Meroi 2’17”61 (campionessa regionale assoluta).  Lungo: 1. Carol Zangobbo 6.27 (PB indoor), 3. Laura Franceschi 5.71.

da sx Davide Lei, Negrini, Ilenia Carraro – Fonte FIDAL VENETO

 

 

C.S.



Articoli correlati