Home » CICLISMO

Fine settimana intenso per il Ciclismo Veneto

Formazione, allenamenti della nazionale, incontri dirigenziali e chiusura della stagione ciclocross
17 Gennaio 2022 Stampa articolo

PADOVA – E’ stato un weekend denso di attività e appuntamenti per il Comitato Regionale Veneto che già lavora a pieno regime in vista della stagione 2022.

Aggiornamento per le scorte tecniche – Ad aprire il programma è stato il corso di aggiornamento delle scorte tecniche che si è svolto sabato a Nove (Vi) allestito dalla Commissione Regionale Direttori di Corsa guidata da Claudio Rigo, con la collaborazione del referente Motostaffette Nicola Zambon e di Marilena Zangrando del Settore Studi Regionale. Durante le 8 ore di attività si sono susseguiti gli interventi dei docenti Nicolò Valentini e Gianluca Barbieri su interessanti temi legati alla sicurezza in gara e alle novità legislative del 2022.

La giornata è stata arricchita dalla presenza di Gianluca Negro, componente della Commissione Nazionazionale Direttori di Corsa e dal Consigliere Regionale Vittorino Gasparetto.

“Si è trattato di un importante momento di formazione e confronto con l’obiettivo di migliorare l’attenzione al tema della sicurezza di tutte le componenti organizzative e in particolare delle Scorte Tecniche. Un grazie speciale va al Presidente del Comitato Provinciale di Vicenza, Luigi Comacchio che con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale di Nove ha messo a disposizione i locali e la logistica utile per il corso” ha osservato il Presidente Regionale Sandro Checchin.

40 nuovi ds di secondo livello – Sabato e domenica a Este (Pd) si è svolto poi l’esame del corso per Direttori Sportivi di secondo livello le cui lezioni erano iniziate nello scorso mese di novembre. Ben 73 i candidati provenienti anche da altre regioni che hanno preso parte all’esame che si è svolto presso i locali della parrocchia del SS Redentore di Este grazie all’interessamento del Presidente del Comitato Provinciale di Padova, Alberto Barbirato; 40 i nuovi Tecnici Veneti che hanno superato la prova e che faranno la propria entrata nel mondo delle due ruote in questo 2022 e serviranno a soddisfare le richieste delle società venete in ordine alle esigenze formative previste dalla normativa relativa all’iscrizione al registro del CONI.

“Accogliamo con favore l’entrata in campo di forze fresche e di nuovi tecnici preparati. La crescita del nostro movimento passa anche attraverso questi importanti momenti di formazione tecnica che è stata egregiamente curata dal Centro Studi Regionali che, anche in questa occasione, ha svolto un lavoro enorme e di qualità” ha commentato il Presidente Regionale, Sandro Checchin.

La visita di Cordiano Dagnoni – La domenica è stata caratterizzata anche dalla importante visita del Presidente della FCI, Cordiano Dagnoni che ha presenziato alla Finale del Trofeo Triveneto di Ciclocross andata in scena a San Michele di Bassano del Grappa e ha fatto visita poi agli azzurri della BMX in allenamento presso il rinnovato impianto di Padova.

A San Michele di Bassano del Grappa, Cordiano Dagnoni, accompagnato dal Presidente Sandro Checchin ha avuto l’occasione di premiare i vincitori del Trofeo Triveneto Ciclocross e di far vestire le maglie di campione regionale agli esordienti del primo anno Nicole Righetto (Velociraptors) e Lorenzo Tocchet (Ss Sanfiorese).

Ospite dei Panther Boys Padova insieme al responsabile del settore fuoristrada Massimo Ghirotto e al presidente del Comitato Friuli-Venezia Giulia, Stefano Bandolin, poi, ha potuto toccare con mano la bontà del lavoro svolto all’interno della BMX Race Track Antenore di Padova.

“Dagnoni si è complimentato con gli organizzatori del Trofeo Triveneto per l’entusiasmo e la qualità del lavoro fatto, ma soprattutto per il livello raggiunto dal movimento del ciclocross in Veneto. A Padova ha trovato un impianto nuovo e molto funzionale che nel fine settimana aveva ospitato gli allenamenti degli azzurri guidati dal CT Tommaso Lupi.

Una visita molto proficua che ci ha consentito di mettere in luce alcune delle eccellenze che il nostro movimento regionale ha saputo far crescere negli anni. Questo fine settimana ci ha fatto entrare da subito nel clima della stagione agonistica 2022 che si preannuncia molto intensa e stimolante sia in termini di numeri sia per la passione e la professionalità che il nostro movimento sa esprimere” ha concluso il Presidente Regionale Sandro Checchin.

C.S.



Articoli correlati