Home » BASKET

Concluso il progetto di Rhodigium Basket Asd

Realizzato con il sostegno della Fondazione Banca del Monte di Rovigo: “Prendiamo a cuore la salute dei nostri atleti. Percorsi formativi e sportivi al tempo del Covid 19“
21 Dicembre 2021 Stampa articolo

basketROVIGO – Rhodigium Basket da sempre crede nello sport come mezzo di crescita, non solo motoria e fisica ma anche sociale, relazionale e cognitiva, e tale  vocazione ha trovato conferma nel corso dell’emergenza sanitaria del 2020, che da una parte ha costretto la società ad interrompere partite ed allenamenti, e dall’altra ha imposto di “inventare” un nuovo modo di  mantenere le relazioni tra atleti ed allenatori, sfruttando al meglio le nuove tecnologie, anche considerando che le restrizioni imposte dal  lockdown  di primavera avevano creato o aggravato fragilità familiari e personali.

Da qui è nato il Progetto al quale la Fondazione Banca del Monte di Rovigo ha dato il suo sostegno,  denominato appunto “Prendiamo a cuore la crescita dei nostri atleti: percorsi formativi e sportivi al tempo del COVID 19”, nell’ambito del quale Rhodigium ha organizzato una serie di incontri via Teams con un esperto psicologo e con un medico, nel corso dei quali sono stati affrontati i problemi relazionali dei ragazzi, ma anche degli adulti, scaturiti dalle restrizioni, e chiariti dubbi sanitari ed emotivi, con grande soddisfazione dei partecipanti.

Ancora, Rhodigium ha realizzato nel 2020 e ripetuto nel 2021, le attività del centro estivo  “Time out Summer”, che ha portato nel bellissimo pattinodromo delle Rose oltre 180 bambine e bambine per giochi e attività didattiche svolte in sicurezza, nel pieno rispetto dei nuovi standard sanitari imposti dalla pandemia.

Anche gli allenamenti ordinari, ripresi in settembre 2020 e proseguiti successivamente all’aperto, si sono dovuti svolgere secondo nuove e stringenti regole sanitarie, che hanno imposto tamponi frequenti agli atleti, pulizia e sanificazione quotidiane delle palestre, formazione degli allenatori sulle nuove procedure, con un evidente aumento dei costi a carico dell’Associazione.

In questo, come in passato era avvenuto per le “Borse di Sport”, con le quali la Fondazione aveva dato sostegno alla pratica sportiva svolta da ragazzi appartenenti a famiglie in difficoltà, la Rhodigium ha trovato nella Fondazione Banca del Monte di Rovigo un importante alleato, che ha approvato il progetto e partecipato alla sua realizzazione con un contributo. I risultati sono stati illustrati dalla presidente dell’Associazione Sportiva Paola Galasso, e dal presidente della Fondazione Lazzarini nel corso del loro recente incontro a conferma che l’attività sportiva ha valenza anche in quanto percorso di inclusione sociale e culturale e appare una importante via di uscita dalla fase di profonda crisi determinata dalla pandemia.

C.S.



Articoli correlati