Home » BASKET, Femminile, Serie B

Solmec paga le assenze e s’inchina alle Lupe

13 Dicembre 2021 Stampa articolo

Solmec Rovigo – Lupe San Martino  45-62

(17-17, 24-33, 39-47)

Solmec Rovigo: Modena 2, Bonivento 11, Turri 6, Furlani 6, Ferri 10, Vaccarini 4, Chicchisiola 4, Sorrentino 2, Cognolato, Poletto. Sambinello e Marchetti ne. All.re Pegoraro, Vice All. Bereziartua.

Lupe San Martino: Fontana 4, Peserico 12, Antonello 21, Mini 7, Diakhoumpa 4, Frigo 9, Tau, Marcon 2 , Ferraro 3, Varaldi, Brazzale. All.re Tomei.

Arbitri: Stabile di Fonte (TV) e Zentilin di Pieve del Grappa (TV)

Tiri Liberi:  Solmec 8/18 – Lupe San Martino 10/15

Note: Uscita per falli Turri (Solmec Rovigo)

ROVIGO – Solmec Rovigo si arrende in casa alle Lupe San Martino e perde l’imbattibilità stagionale. Complimenti alle ragazze di Tomei che con una prestazione magistrale hanno espugnato con grande merito il parquet rodigino mentre per le ragazze di Giulia Pegoraro resta il rammarico di una prestazione altalenante con poca energia profusa in campo.

Nulla è perduto ma è imperativo riprendere da subito la marcia. Nel prossimo turno, grande occasione di riscatto per le rossoblù che ospiteranno nell’ultima partita dell’anno il Basket Montecchio.

Turri apre le danze ma l’ala ospite Antonello risponde prontamente. Ancora la guardia rodigina fa la voce grossa ma le Lupe ribattono colpo su colpo (6-5 San Martino al 3’). Solmec alza il ritmo in difesa e confeziona un break di 8-0 con tutte le ragazze a segno (13-6 al 6’) obbligando il coach ospite al primo time out.

Sembra che da un momento all’altro Solmec possa allungare decisamente ma il tandem Peserico-Diakhoumpa non ne vuole sapere e, anzi, le patavine confezionano il contro break di 11- 0 per il nuovo sorpasso ospite. La lunga Ferri realizza dalla media, impattando a quota 17 e il primo quarto va in archivio. Riprende il gioco e l’ala Antonello si scatena con due jumper a segno.

Le rodigine hanno le polveri bagnate e nonostante la difesa aumenti i possessi offensivi, in attacco si stenta a produrre canestri. Le Lupe prendono decisamente il comando. Dopo il canestro nel pitturato del play rodigino Bonivento per il -3 (22-25), Peserico & Co. prendono decisamente in mano la situazione con un altro break di 8-0 grazie alle triple in fila della solita Antonello, in serata di grazia e l’ala forte Mini (33-22 Lupe).

Due liberi nel finale di tempo di Chicchisiola mandano le squadre alla pausa lunga con la Rhodigium sotto di nove lunghezze. 

Alla ripresa delle operazioni la Solmec trova un paio di soluzioni facili in attacco e il pubblico si gasa. Per due volte le rossoblù risalgono a -6 con il pallone per ridurre ulteriormente le distanze ma si litiga spesso con il ferro ospite. A metà parziale Solmec sbaglia sei tiri liberi in fila ma le ragazze di Tomei non approfittano della situazione. Batti e ribatti ma lo scarto rimane tra gli 8 e i 12 punti. Allo scadere del parziale Ferri, in tap in, dà il -8 alle sue e la gara rimane aperta.

Il parziale finale si apre con l’ennesima tripla di Antonello e Lupe a +11. Furlani realizza un paio di liberi, Chicchisiola trova un canestro da sotto ma l’ennesima tripla di Antonello (21 punti a fine match) chiude definitivamente la partita. Nel finale spazio alle Under per qualche utilissimo minuto di esperienza sul parquet. Applausi a San Martino per la vittoria meritata ma Solmec non deve assolutamente piangere sul latte versato. Adesso si ritorna in palestra a lavorare e preparare il match casalingo di sabato sera contro le vicentine del Basket Montecchio.

Coach Pegoraro al termine del match tuona: “Complimenti a coach Tomei e alle giovani di San Martino, questa sera hanno dato a tutti noi una grande lezione: energia, cuore e intensità sono degli ingredienti che non possono mancare se si vuole giocare a questo sport! Noi purtroppo paghiamo un momento fisico e psicologico davvero complicato e per questo mi assumo io tutte le responsabilità della sconfitta.

Purtroppo, paghiamo le assenze, abbiamo dovuto giocare con Furlani da esterna e stiamo cercando di creare un nuovo sistema di gioco. Servirà tempo e pazienza! Non condanno le ragazze, ci hanno provato, ma il nervosismo e la tensione non ci hanno aiutato (8/18 ai tiri liberi e 1/10 da tre punti sono solo alcuni dati della brutta prestazione). La soluzione adesso è ricominciare a lavorare sapendo che questa squadra dai momenti di difficoltà lo scorso anno ne è sempre uscita migliorata! “

C.S.



Articoli correlati