Home » RUGBY, Serie C

A Favaro Veneto sconfitta per il Villadose

6 Dicembre 2021 Stampa articolo

San Marco Rugby Venezia Mestre-Fulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose 22-11

Marcatori: pt 10′ p. Davì; st 12′ meta tr. San Marco; 23′ meta Rizzatello; 30′ p. San Marco; 33′ meta tr. San Marco; 36′ p. Davì; 40′ meta San Marco.

San Marco Rugby Venezia Mestre: Parmesan; Furlan, Signorin, Broglio, Tempo; Zaratin, Pesce; Scarparo, Preseglio, Fanziolo; Urban, Ruggi; Previati, Riato, Calore. Subentrati: Zanchettin, Mamprin, Menegazzo, Marin, Roccoli, De Nunzio, Costantini. All. Stevanato.

Fulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose: Pellegrini; Benigni, Ottoboni, Pravato (st 28′ Macrì), Piombo; Davì, Borsetto (st 20′ Ruzza); Rizzatello, Moro, Greggio Masin (st 28′ Cariero); Bressello, Pavanello (st 28′ Quaglio); Manfrinato, Vanzan, Andrioli. A disp.: Bagatella, Rizzato, Guerra.  All. Pellielo – Capitozzo.

Arbitro: Francesco Mastandrea

FAVARO VENETO (Venezia) – Seconda sconfitta stagionale e consecutiva per il Fulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose, che soccombe solo nei minuti finali sul campo di Favaro Veneto al San Marco Rugby Venezia Mestre, squadra quotata e ben rodata, abituata anche ad altri palcoscenici in passato, che è riuscita ad avere la meglio dei neroverdi negli ultimi dieci minuti di gioco.

Sfida combattuta ed equilibrata con il primo tempo a favore del Dose e risultato risicato con un solo calcio piazzato realizzato da capitan Davì, che non riusciva poi poco dopo ad aumentare la distanza fallendo una seconda occasione dalla piazzola e portando così le squadre al cambio campo sullo 0-3.

La ripresa vedeva prima una meta dei padroni di casa e poi la replica di Rizzatello, che portava a quattro le proprie marcature stagionali, confermandosi metaman neroverde. Negli ultimi spezzoni del match però arrivavano due mete da parte lagunare e un calcio piazzato a testa, con quello ospite realizzato ancora da Davì che, con 50 punti, si conferma miglior marcatore dei Polesani.

Il Fulvia Tour Andreotti Auto Rugby Villadose entrerà ora nel “girone” tra il nono e il sedicesimo posto e dovrebbe vedersela domenica prossima con la seconda squadra trevigiana del Rugby Casale, sconfitta 41-0 a Trieste dal Venjulia Rugby, in attesa naturalmente della definizione effettiva determinata dal giudice sportivo in settimana.

Nulla di compromesso per il possibile passaggio alla seconda fase, ancora da definire da parte del Comitato Regionale Veneto assieme alla FIR.

“Comunque vada, il nostro obiettivo principale resta quello di far crescere i tanti ragazzi provenienti dalla formazione giovanile approdati quest’anno nella rosa – indica coach Vladimiro Pellielo -. Oggi nonostante il risultato sono soddisfatto della prova per come la squadra si è approcciata ad una partita difficile contro un ottimo team, davvero ben organizzato.

Nel primo tempo abbiamo mantenuto il gioco, poi nella ripresa, complice anche il terreno pesante, abbiamo faticato ad uscire dalla nostra metà campo e pur difendendo bene, nel finale abbiamo subito le mete del sorpasso, decidendo poi di provare a piazzare invece che cercare la possibile meta quando abbiamo avuto la nostra occasione.

E’ stata comunque nel complesso una partita equilibrata e che senza l’ultima marcatura nel finale sarebbe finita con una distanza minima 17-11. Come detto, tuttavia, siamo consapevoli che in partite così tirate basta il minimo errore e finisci per pagarlo. Non facciamo assolutamente drammi e voglio dire bravi ai miei ragazzi”.

 

C.S.



Articoli correlati