Home » RUGBY

Rugby Rovigo: il derby va ai Tuttineri

13 Novembre 2021 Stampa articolo
Petrarca Rugby – Femi CZ Rovigo  27-25 (17-19)

Marcatori: p.t. 7’ cp Van Reenen (0-3), 17’ m Bordin tr Van Reenen (0-10), 21’ m. Broggin tr Lyle (7-10), 25’ cp Van Reenen (7-13), 29’ cp Lyle (10-13), 34’ m. Schiabel tr Lyle (17-13), 37’ cp Van Reenen (17-16), 40’ cp Van Reenen (17-19). S.t. 53’ cp Van Reenen (17-22), 61’ cp Lyle (20-22), 69’ cp Van Reenen (20-25), 80’ m. Di Bartolomeo tr Lyle (27-25)

Petrarca Rugby: Lyle; Zini, Broggin (29’ Citton), Sgarbi, Schiabel; Ferrarin, Tebaldi (41 Panunzi); Galetto (57’ Michieletto), Ghigo, Makelara (66’ Goldin); Trotta (Cap.), Canali; Pavesi (62’ Hasa), Di Bartolomeo (62’ Carnio), Borean (57’ Spagnolo). All. Marcato, Jimez

Femi CZ Rovigo: Borin; Sarto (12’ Bordin), Lertora, Diederich Ferrario, Uncini; Van Reenen, Chillon; Ruggeri (63’ Greeff), Lubian, Sironi; Steolo (63’ Piantella), Ferro (Cap.); Pomaro (52’ Swanepoel), Cadorini, Leccioli (62’ Quaglio). All. Coetzee

Arb. Gianluca Gnecchi (Brescia)

AA1 Franco (Pordenone), AA2 Merli (Jesi)

Quarto Uomo: Giacomini-Zaniol (Treviso)

Calciatori: Lyle (Petrarca Rugby) 5/5, Van Reenen (Femi CZ Rovigo) 7/7

Peroni Player of the match: Tommaso Di Bartolomeo (Petrarca Rugby)

Note: serata tiepida, campo in buone condizioni. Derby d’Italia n.171 valido per l’Adige Cup.. Spettatori 1000 circa.

Punti conquistati: Petrarca 4; Rugby Rovigo 1.

PADOVA – Una sfida infinita tra la FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta e l’Argos Petrarca Padova, che nella settima giornata del Peroni TOP10 si incontrano al Plebiscito di Padova per il 171esimo Derby D’Italia. Al termine del match sono i tuttineri a vincere la partita per 27 a 25.

Altro weekend di grande intensità per i rossoblù che sono chiamati ad affrontare i tuttineri, primi in classifica; match che inizia a favore degli avversari che al 6’ trovano i primi punti al piede con Van Reenen, 0-3. Al 20’ sono ancora i bersaglieri ad aggiungere punti sul tabellone; ottimo break di Diederich Ferrario, passaggio a Borin che la apre a Bordin che, alla sua seconda presenza in rossoblù, vola in meta e va a schiacciare l’ovale oltre la linea.

Van Reenen converte, 0-10. I padroni di casa non demordono e due minuti dopo rispondono con la meta di Broggin, Lyle trasforma, 7-10. Al 25’ calcio a favore per Rovigo che opta per i pali, Van Reenen è preciso, 7-13.

Al 29’ Lyle porta il Petrarca sul 10-13, con un calcio piazzato. Al 35’ i tuttineri si portano in vantaggio con la meta in bandierina di Schiabel, Lyle trasforma, 17-13. Al 37’ altro calcio a favore per i rossoblù che aggiungono tre punti grazie al piede di Van Reenen, 17-16.

Al termine del primo tempo i bersaglieri si riportano in vantaggio con il calcio piazzato di Van Reenen; squadre che tornano in spogliatoio dopo un primo tempo intenso e combattuto con il risultato parziale di 17 a 19.

La ripresa si apre al 52’ con un calcio piazzato a favore del Rovigo, Van Reenen converte, 17-22. Nei minuti successivi i tuttineri provano a risalire il campo ma la buona difesa del Rovigo impedisce al Petrarca di superare la linea per andare in meta. Cala il ritmo ma l’intensità di gioco rimane alta. Al 60′ Lyle ha la possibilità di aggiungere tre punti dalla piazzola e non fallisce, 20-22. Al 70’ Van Reenen, 100% al piede, fissa altri tre punti, 20-25. Al 80’, il Rovigo, per la tensione commette un errore che manda il Petrarca in touche in prossimità dei cinque metri rossoblù e che poi con Di Bartolomeo va in meta, Lyle trasforma e chiude il match sul 27 a 25.

Questo il commento di coach Allister Coetzee al termine del match: ”Sfortunatamente abbiamo perso la partita. Non è bello perdere per la seconda partita di fila nei minuti finali del match. Al momento Rovigo e l’avversario di Rovigo e questo è un problema.

Anche questa sera abbiamo avuto alcune opportunità che non abbiamo concretizzato; in tre momenti eravamo vicino alla linea di meta ma non siamo riusciti ad andare oltre. Non è bello da dire, ma da qui impariamo e andiamo avanti. Oggi questo team ha dimostrato di essere una squadra con grandi qualità ma dobbiamo avere più rispetto per la palla. Sono contento della performance dei giovani, Borin e Bordin, che hanno giocato per la prima volta, è stato bello vederli giocare. Lavoriamo per essere al meglio la prossima settimana.”

 
 
 

C.S.



Articoli correlati