Home » RUGBY

Coppa Italia, Rugby Rovigo pareggia a Roma

19 Settembre 2021 Stampa articolo

Fiamme Oro Rugby vs Rugby Rovigo Delta (8-6) 20-20

Marcatori: p.t. 7’ m. Kudin, 32’ cp Chillon (5-3), 36’ drop Menniti-Ippolito (8-3), 39’ cp Chillon )8-6); s.t. 43’ m. Ruggeri tr Chillon (8-11), 48’ cp Menniti-Ippolito (11-11), 53’ cp Chillon (11-14), 56’ cp Menniti-Ippolito (14-14), 60’ cp Chillon (14-17), 64’ cp Menniti-Ippolito (17-17), 73’ cp Chillon (17-20), 76’ cp Menniti-Ippolito (20-20)

Fiamme Oro Rugby: Cornelli S.; Guardiano, Vaccari, Forcucci, Lai (53’-72’ Angelini, 72’ Di Marco); Menniti-Ippolito, Marinaro (cap.); Cornelli M.; Chianucci (53’ De Marchi),Vian; D’Onofrio (49’ Chiappini), Fragnito; Tenga (43’ Vannozzi), Kudin (43’ Moriconi), Zago (43’ Iovenitti). all. Pasquale Presutti

Rugby Rovigo Delta: Borin; Sarto, Lertora, Diederich, Bacchetti (45’ Da Re); Van Reenen, Chillon; Ruggeri, Lubian, Sironi (65’ Cosi); Ferro (cap.), Steolo (40’+1’ Andreoli); Brandolini (41’ Pomaro), Cadorini, (41’ Momberg), Leccioli (49’-64’ Quaglio). all. Davide Giazzon

arb. Vincenzo Schipani (Benevento)

AA1 Gabriel Chirnoaga (Roma)

AA2 Franco Rossella (Roma)

Quarto uomo: Leonardo Masini (Roma)

Cartellini: giallo a Davide Fragnito (Fiamme Oro Rugby) al 15’; giallo a Ludovico Vaccari (Fiamme Oro Rugby) al 32’; giallo ad Andrea Chianucci (Fiamme Oro Rugby) al 41’

Calciatori: Chillon (Rugby Rovigo Delta) 5/7, Menniti-Ippolito (Fiamme Oro Rugby) 5/6, Van Reenen (Rugby Rovigo Delta) 0/1

Punti conquistati in classifica: Fiamme Oro Rugby 2 – Rugby Rovigo Delta 2

Player of the match: Andrea Menniti-Ippolito (Fiamme Oro Rugby)

ROMA – Prima partita del torneo di Coppa Italia 2021/22 per la FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta; i rossoblù iniziano la nuova Stagione in trasferta, nella Caserma “Gelsomini” di Roma contro le Fiamme Oro Rugby.

Pronti, via e sono subito i bersaglieri a mettere pressione alle Fiamme Oro e ad ottenere un calcio a favore. Chillon prova a mettere a segno i primi punti ma non converte, 0-0. I padroni di casa, al 7’, risalgono il campo e dopo una touche in prossimità dei cinque metri vanno in meta con Kudin, Menniti-Ippolito non trasforma, 5-0.

Al 15’ le Fiamme Oro, rimangono in quattordici per un cartellino giallo a Fragnito per un placcaggio pericoloso. Al 30’ altro cartellino giallo per le Fiamme Oro a Vaccari; Rovigo ottiene così un calcio a favore, Chillon va a fissare i primi tre punti per i rossoblù, 5-3. Al 36’ l’ex Menniti-Ippolito centra i pali con un drop, 8-3. Al termine del primo tempo Chillon fissa altri tre punti e manda le due squadre negli spogliatoi con il risultato parziale di 8-6.

All’inizio del secondo tempo le Fiamme Oro rimangono ancora in quattordici per un giallo a Chinucci.

Al 43’ i rossoblù sfruttano la superiorità numerica; Da Re, entrato nella ripresa, con un calcetto fa risalire il campo, qualche pick and go e Ruggeri di potenza va a schiacciare l’ovale oltre la linea. Chillon non trasforma, 8-11. Dal 48’ fino al termine del match, ping pong di calci piazzati tra le due squadre: Menniti-Ippolito converte, 11-11. Al 53’ è il piede di Chillon ad aggiungere tre punti nel tabellone del Rovigo, 11-14.

Dopo tre minuti, Menniti-Ippolito riporta le due squadre in pareggio, 14-14. Al 60’ è Rovigo con Chillon a tornare in vantaggio, 14-17. Al 64’ Menniti-Ippolito fissa altri tre punti, 17-17. Al 73’ altro calcio a favore per i bersaglieri, 17-20; dopo tre minuti Menniti-Ippolito riporta il pareggio, 20-20.

Nell’ultimo minuto della partita Van Reenen prova un calcio piazzato da una posizione non facile: non riesce e il match termina con un pareggio, 20-20.

Al termine della partita è stato nominato Player of the Match l’ex Andrea Menniti-Ippolito.

“Non è il risultato che volevamo.” – commenta coach Allister Coetzee – “Questa è la nostra prima partita, però è come se l’avessimo persa. Abbiamo avuto molte opportunità per vincere il match. Se non hai il controllo della palla, cosa che noi oggi non abbiamo fatto bene, non si può mettere pressione all’avversario.

È stata la nostra prima vera partita e anche quella di molti giocatori, dobbiamo e possiamo migliorare. Dobbiamo focalizzarci sul controllo della palla e portare pressione con questa. Inoltre, i calci al piede devono migliorare. I giocatori hanno capito e sanno che questo non è abbastanza. Da qua dobbiamo capire e lavorare sugli errori fatti. La prossima partita sarà dura, sempre fuori casa, ma lavoreremo.”

C.S.



Articoli correlati