Home » CANOA

Albertin e Munerato d’oro, Bergo di bronzo

Le tre canoiste del Gruppo Canoe Polesine con i colori del Veneto hanno conquistato due ori e un bronzo
7 Settembre 2021 Stampa articolo

CALDONAZZO (Trento) – Fine settimana dei record per il Gruppo Canoe Polesine che tra sabato 4 e domenica 5 settembre, ha preso parte sul Lago di Caldonazzo anche al Meeting delle Regioni manifestazione riservata ai migliori atleti gli Under 14 di ciascuna regione selezionati dai rispettivi comitati regionali.

Straordinaria è stata la partecipazione a questa edizione da parte delle società e dei comitati regionali, con un record di presenze per la competizione dedicata ai club con 1139 atleti di età compresa fra i 9 e i 14 anni per 2766 atleti/gara, in rappresentanza di 83 società; mentre nella prova dedicata ai Comitati Regionali hanno gareggiato ben 449 canoisti per 840 atleti/gara, su un totale di 13 comitati regionali.

Il Gruppo Canoe Polesine Rovigo, ha visto ben tre atlete Anna Munerato, Emma Albertin e Sofia Bergo convocate nella squadra regionale e indossare il body regionale a questa manifestazione. Con due ori e un bronzo, le giovani polesane hanno dato un contributo grandissimo alla squadra e alla classifica generale che ha visto il Veneto al secondo posto battuto solo dal Friuli Venezia Giulia. 

Dopo aver vinto tutte le gare regionali e nazionali nel 2021 cui hanno partecipate ed essendo già campionasse regionali in carica per la categoria Allieve B, Anna Munerato ed Emma Albertin, hanno conquistato due meritatissime medaglie d’oro nella prestigiosa competizione del Meeting rispettivamente nel K2 sulla distanza dei 2000mt al mattino per bissare poi l’oro al pomeriggio sulla distanza sprint 200mt.  

Sofia Bergo, tra le più promettenti cadette A venete, ha preso parte alla manifestazione con il  K4 sui 200mt assieme a Giorgia Corso e Perbellini Camilla della Remiera Peschiera e Giulia Longo della Canottieri Mestre.  L’equipaggio ha regatato la gara sprint chiudendo in terza posizione alle spalle della Toscana e del Trentino e portando al collo di Sofia la medaglia di bronzo. 

C.S.



Articoli correlati