Home » CICLISMO

Dagnoni incontra il Comitato Regionale Veneto della FCI

Il Presidente Regionale Sandro Checchin: “Stretta collaborazione per scrivere il futuro del ciclismo italiano”
2 Settembre 2021 Stampa articolo

PADOVA – Si è tenuto nella giornata di ieri l’atteso incontro tra i vertici della Federazione Ciclistica Italiana e il direttivo del Comitato Regionale Veneto della FCI.

Il Presidente Cordiano Dagnoni, accompagnato dal Segretario Generale Marcello Tolu, dal Vice-Presidente Ruggero Cazzaniga e dal Consigliere Nazionale Fabrizio Cazzola hanno incontrato il Presidente Regionale Sandro Checchin, i Vice-Presidenti Lillo Zussa e Alessandro Spiniella e i Consiglieri Romina Agliuzzo, Vittorino Gasparetto e Giuseppe Clementi (assente giustificato il consigliere Riccardo Donato) per un prezioso confronto sugli aspetti più rilevanti in termini di programmazione e sviluppo del movimento.

Al termine del briefing il Presidente Cordiano Dagnoni ha sottolineato: “Dopo il Consiglio Federale di Folgarida nel corso del quale abbiamo incontrato tutti i Presidenti Regionali, mi ha fatto piacere avere la possibilità di fare tappa in Veneto per conoscere nello specifico la realtà locale e poter affrontare insieme ai dirigenti regionali i temi più importanti in chiave veneta. Ho trovato una calorosa accoglienza e una proficua collaborazione che non potrà che portare a buoni frutti nel prossimo futuro. Colgo l’occasione per annunciare che oltre ai contributi ordinari che la nostra Federazione eroga ai Comitati Regionali metteremo a disposizione dei contributi straordinari per le varie iniziative locali che le società sapranno mettere in campo”.

Da parte sua il Presidente Regionale Sandro Checchin ha aggiunto: “Crediamo che una stretta collaborazione tra Federazione centrale e il nostro Comitato Regionale ci possa consentire di portare avanti le istanze delle nostre società sino agli organi che stabiliscono le regole e le iniziative da promuovere per il futuro del movimento. L’incontro di oggi va esattamente in questa direzione: durante la discussione con i vertici federali abbiamo avuto il piacere di poter esporre le idee del nostro Comitato Regionale e di avanzare delle istanze di cui verrà sicuramente tenuto conto”.

Soddisfatto dell’iniziativa anche il Consigliere Nazionale della FCI, Fabrizio Cazzola che, guardando al settore giovanile ha anticipato: “Abbiamo istituito un tavolo tra i tecnici di alto livello e i rappresentati delle Commissioni Federali per rivedere e, ove necessario, correggere il modo con cui oggi vengono affrontate le varie categorie giovanili. L’obiettivo è quello di puntare con ancora maggior forza sulla multidisciplina per poter consegnare i migliori talenti del nostro movimento integri e adeguatamente formati ai tecnici azzurri per puntare agli obiettivi più prestigiosi ed ambiti”.

Sempre in tema di iniziative concrete in vista del 2022 il Presidente Regionale Sandro Checchin ha aggiunto: “Dopo due anni difficili, funestati dalla pandemia da Covid-19, in vista della prossima stagione stiamo già lavorando per procedere con largo anticipo ad una più razionale e funzionale calendarizzazione degli eventi dedicati al ciclismo su strada per canalizzare le migliori risorse in modo da valorizzare le nostre organizzazioni e, allo stesso tempo, dare a tutti gli atleti l’opportunità di gareggiare con continuità”.

Il Comitato Regionale Veneto prosegue dunque, anche con la collaborazione dei vertici nazionali, nel proprio lavoro per promuovere con ancora maggior forza le iniziative intraprese dalle società di base e per sostenere con vigore l’attività ciclistica regionale.

C.S.



Articoli correlati