Home » BASKET

Grazie lo stesso Rhodigium!

Solmec perde gara due e per quest’anno deve rinunciare a salire in A2. La stagione per le rossoblù è stata comunque da incorniciare è solo mancata la ciliegina!
12 Luglio 2021 Stampa articolo

Sardex Torino – Solmec Rovigo 64-49

(18-9, 31-21, 45-34)

Sardex TTB Torino: Mortera 14, Isoardi 18, Baima 4, Patrignani 13, Giauro 9, De Cicco, Tortora 2, Colucci F., Seumo 2, Colucci M. 2, Ilonwa. All.re Corrado, Vice All. Caron.

Solmec Rhodigium Rovigo: Vaccarini 5, Turri 15, Ballarin 2, Furlani 10, Ferri 10, Castria, Chicchisiola 1, Sorrentino 4, Veronese 2, Cognolato, Modena, Venturi. All.re Pegoraro, Vice All. Bereziartua.

Arbitri: Canali di Gandino (BG) e Cassina di Desio (MB).

Tiri Liberi: Torino 21/37 – Rovigo 12/20

Uscita per falli: Turri al 7’ del quarto tempo.

VENARIA REALE (Torino) – Grazie lo stesso Rhodigium! Solmec non riesce nell’impresa di espugnare il parquet piemontese di Venaria Reale ma la stagione rimane comunque straordinaria per coach Pegoraro e le sue ragazze. Complimenti al Torino Teen Basket che sale meritamente in serie A/2 femminile e che si è dimostrata superiore nel doppio confronto. Per Rhodigium questo deve essere assolutamente il punto di partenza per affrontare la prossima stagione da assoluta protagonista.

Ha vinto la squadra che ne aveva di più dal punto di vista mentale e, nonostante l’altissima posta in palio, le torinesi si sono mostrate “glaciali” nei momenti topici dell’incontro. Coach Pegoraro spariglia le carte e inserisce in quintetto la play Vaccarini.

L’inizio sembra incoraggiante: 4 pari dopo tre minuti con Chiara Turri e Lucia Ferri che si infilano con facilità nella zona 2-3 delle piemontesi. Eva Giauro, centro di 204 cm, dall’alto della sua esperienza prende per mano le compagne e con due canestri nel pitturato crea le premesse per un devastante break di 13-0 che sposta l’inerzia del match a favore delle torinesi (17-4 dopo 8’) con Solmec costretta a fare gara di rimonta.

Chiara Turri chiude il break con una penetrazione vincente, Furlani realizza da fuori e Chicchisiola realizza un libero su due: contro-break Solmec di 5-0 a dimostrazione che le rodigine sono ampiamente sul pezzo e ci credono. Si chiude il quarto sul +9 Sardex.

La solita Giauro apre il secondo parziale con un altro canestro da sotto ma Turri e Furlani replicano. Il vantaggio delle padrone di casa oscilla tra gli 8 e i 12 punti. Sorrentino e Furlani suonano la carica e riducono lo scarto a sei lunghezze (21-27) obbligando il coach locale a chiamare time out. 

Alla ripresa la teenager Seumo e la guardia Isoardi trovano due canestri fondamentali ristabilendo le distanze alla doppia cifra. Si va al riposo con le rosso-blu in ritardo di dieci lunghezze (21-31). Il gap rimane tale fino a metà del quarto con le rodigine che, nonostante la commovente difesa, non riescono a raccogliere i giusti dividendi grazie alle numerose palle recuperate.

La tripla della play Mortera in contropiede è mortifera ma le lunghe rossoblù si fanno valere sotto canestro. Torino scappa a +14 con la cecchina Isoardi (ben 18 punti a referto) che realizza dalla lunghissima distanza ma Vaccarini replica da par suo dall’arco.

Si entra nell’ultimo tempo con Sardex Torino avanti di 11 punti. L’inizio del parziale è decisivo: break di 6-0 per le torinesi che scappano a +17 (51-34). Capitana Ballarin da fuori e Turri con l’ennesima penetrazione mantengono viva la fiammella ma la solita Isoardi spegne definitivamente le speranze di Solmec.

Nel finale coach Pegoraro dà giustamente spazio a Cognolato, Venturi e la giovanissima Ilaria Modena, classe 2006. Lo scarto finale non rende giustizia alle rodigine e per Torino può iniziare la festa in campo. Grande delusione e amarezza nel clan “Solmec” seguito a Torino da numerosi e appassionati supporters. Sarà per il prossimo anno. Ne siamo assolutamente convinti.

“Non posso nascondere la delusione – afferma Pegoraro –  per un traguardo sfuggito all’ultimo atto , ma ugualmente sono orgogliosa di aver vinto il campionato Triveneto di serie B con una squadra ringiovanita e in un momento così difficile .

Già oggi abbiamo iniziato a lavorare per raggiungere la serie A2 il prossimo anno.

Ringrazio lo staff, le atlete i dirigenti e gli sponsor per l’impegno profuso e tutti i rodigini, sempre più numerosi, che ci sono stati vicini incitandoci in questi mesi.

Con il sostegno di tutti sono certa che anche il prossimo anno giocheremo un campionato da protagonisti”.

C.S.



Articoli correlati